Torna all'elenco

Palazzi confermato presidente nazionale Anap Confartigianato

Giampaolo Palazzi è stato confermato alla guida dell' Anap, l' Associa zione nazionale anziani e pensionati di Confartigianato Lapam. L' imprenditore 65enne di origine sanfeliciana, titolare di un' i mpresa di metalmeccanica di precisione da lui stesso fondata 40 anni fa e già presidente generale Lapam Confartigianato, ha ricevuto il voto unanime dall' as semblea nazionale dell' associa zione.

Contestualmente Gian Lauro Rossi, reggiano, presidente Anap Modena Reggio Emilia nonché presidente regionale, è stato eletto nella Giunta nazionale.

Il presidente Palazzi continuerà il proprio impegno per diffondere i valori fondativi dell' Anap Confartigianato Lapam (che a Modena e Reggio Emilia conta ben 7.400 soci) per qualificare l' offerta dei servizi e per accrescere la rappresentatività dell' associazione. «Proprio per rappresentare sempre meglio le esigenze dei nostri 230.000 associati – ha detto il presidente Palazzi – dobbia mo puntare al potenziamento del ruolo dell' Anap quale interlocutore delle istituzioni, dal più piccolo Comune fino al Governo nazionale».

Nel corso dell' assemblea, è stato approvato un Ordine del giorno nel quale i pensionati dell' Anap Confartigianato denunciano il perdurare di una situazione di grande disagio degli anziani. Si rileva come i pensionati abbiano subito un pesante diminuzione del potere di acquisto dei lo ro trattamenti, non solo a causa dell' inadeguato sistema di adeguamento al costo della vita, ma anche a causa dell' aumento dei costi posti a carico dei cittadini per le cure sanitarie, i servizi sociali e assistenziali, le tassazioni locali per la casa e sui redditi.

«I pensionati hanno sempre fatto e vogliono ancora fare la propria parte – ha sottolineato il presidente Anap – e possono dare un valido contributo per usci re dalla difficile situazione economica in cui ci troviamo. Ma non possono essere considerati una componente marginale e passiva della società, e men che meno possono essere semplicemente ignorati, come fa il Piano nazionale di riforma contenuto nel Documento di Economia e Finanza varato dal Governo, che non dedica una riga alle problematiche di questa parte assai consistente della popolazione».

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    Informativa Privacy

    Dichiarare di aver preso atto dell'informativa sul trattamento dei dati personali selezionando la casella: "Acconsento al trattamento dei dati personali"

    News correlate

    Share This