Torna all'elenco

Sostegno integrativo regionale a favore dei gestori di edicole

Con delibera di Giunta regionale n. 1584 del 9 novembre 2020 la Regione Emilia-Romagna intende sostenere e valorizzare lo sviluppo dell’attività e della presenza delle edicole sul proprio territorio prevedendo un contributo regionale integrativo al Bonus una tantum edicole.

Beneficiari del contributo

Può essere beneficiario del contributo integrativo regionale previsto dal presente bando ogni soggetto beneficiario del “Bonus una tantum edicole” che eserciti l’attività di almeno un punto vendita esclusivo per la rivendita di giornali e riviste localizzato in Emilia-Romagna
 

Requisiti

I soggetti devono possedere, al momento della domanda di contributo di cui al presente bando, i seguenti requisiti di ammissibilità:
 
1) essere in possesso dei requisiti previsti dall’art. 189 del Decreto Legge 19 maggio 2020 n. 34, convertito con modificazione dalla Legge n. 77/2002, e dal DPCM del 3 agosto 2020, ed in particolare: 
    a. essere persone fisiche, titolari di impresa individuale o legale rappresentante di società di persone, esercenti punti vendita esclusivi per la rivendita di giornali e riviste, non titolari di redditi da lavoro dipendente o pensione; 
    b. la Ditta/Società di cui alla lett. a) deve essere iscritta al Registro Imprese presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura competente per territorio con uno dei codici ATECO previsti dal DPCM 3 agosto 2020 e in particolare con codice primario 47.62.10; 
    c. la Ditta/Società di cui alla lett. a) deve risultare attiva al momento della presentazione della domanda; 
 
2) esercitare l’attività di rivendita di giornali e riviste in un punto vendita esclusivo localizzato in un comune della Regione Emilia-Romagna;
 
3) avere presentato domanda di ammissione al Bonus statale di cui dall’art. 189 c. 1 del Decreto Legge 19 maggio 2020 n. 34, convertito con modificazione dalla Legge n. 77/2002 e dal DPCM del 3 agosto 2020.
 
I requisiti richiesti, sopra elencati, dovranno essere posseduti e mantenuti dalle imprese in modo continuativo dalla data di domanda fino all’erogazione del contributo. La perdita dei medesimi, durante il periodo di iter dell’istruttoria, è motivo di mancata erogazione del contributo. Ogni variazione dei requisiti deve essere tempestivamente comunicata alla Regione.
 
Il contributo verrà concesso e liquidato una tantum a fondo perduto fino ad un massimo di 1.000 euro ad ogni soggetto beneficiario del “Bonus una tantum edicole".
Nel caso di insufficienza delle risorse disponibili rispetto alle richieste ammesse, si procede alla ripartizione delle stesse in misura proporzionale al contributo astrattamente spettante
La domanda di contributo dovrà essere compilata a partire dalle ore 10.00 del 18 novembre 2020 e fino alle ore 13.00 del 2 dicembre 2020.
 
Per maggiori informazioni
Per maggiori informazioni è possibile compilare il modulo sottostante, un referente dell'Ufficio Bandi di Lapam Confartigianato Modena provvederà a ricontattare i riferimenti inseriti quanto prima.
 
 

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    Informativa Privacy

    Dichiarare di aver preso atto dell'informativa sul trattamento dei dati personali selezionando la casella: "Acconsento al trattamento dei dati personali"

    News correlate

    Share This