Torna all'elenco

Trasporto persone: in Emilia Romagna si può viaggiare al 100% della capienza

Da venerdì 26 giugno i posti a sedere sui treni regionali e locali e su quelle del trasporto pubblico non di linea e dei servizi autorizzati (taxi, noleggio con conducente, autobus a fini turistici inclusi i servizi atipici e il noleggio con o senza conducente) potranno essere occupati, al 100%
ha stabilito un'Ordinanza della Regione Emilia Romagna (in allegato ndr.) che indica le nuove misure per il traporto pubblico locale, insieme alle linee guida per gli ippodromi e ad alcune precisazioni sull’uso delle piscine e solarium, pubblicata il 25 giugno scorso. Resta invece il limite del 60% nei bus urbani, nelle città. 

particolare l'ordinanza stabilisce che sui treni regionali e sui mezzi extraurbani resta comunque obbligatorio l’uso della mascherina per tutti i passeggeri e una adeguata igienizzazione delle mani o, in alternativa, l’uso dei guanti, oltre ad alcune misure specifiche. A partire dall’informazione adeguata sulle norme igienico-comportamentali da adottare e il divieto di usare i mezzi in presenza di segni/sintomi di infezioni respiratorie acute (es. febbre, tosse, difficoltà respiratoria).

, entrata e uscita dei mezzi restano separate e va garantito il ricambio dell’aria in modo costante, attraverso gli impianti di condizionamento e mediante l’apertura prolungata delle porte esterne nelle soste, con pulizia a impianto fermo, dei filtri dell’aria di ricircolo.

inoltre prevista una pulizia periodica e una disinfezione dei mezzi con particolare riferimento alle superfici toccate più di frequente e ai servizi igienici, come previsto dal protocollo del ministero della Salute e dell'Istituto Superiore di Sanità.

provvedimento, accolto positivamente dalla nostra Confederazione, arriva dopo un serrato confronto con il Sottosegretario ai Trasporti, Salvatore Margiotta e dopo la lettera, inviata il 12 giugno scorso dall'assessore alla Mobilità, Turismo e Trasporti di Regione Emilia Romagna, Andrea Corsini e dall'assessore alle Attività produttive, Green Economy, Formazione e Lavoro, Vincenzo Colla, rivolta all'attenzione del Ministro dei Trasporti De Micheli, che accoglieva e rilanciava le proposte della nostra associazione (leggi qui). 

"Ora è necessario recuperare una redditività per le imprese legate alla filiera del turismo, per i taxi e per gli NCC e, altrettanto trovare con l’ANCI un giusto accordo per le ditte impegnate nel trasporto scolastico parimenti colpite, nonostante prestazioni contrattualizzate, dal blocco dei servizi". Il commento di Confartigianato Emilia Romagna, all'indomani del provvediemento regionale. 

Allegati

Per maggiori informazioni

Per cogliere questa opportunità, o richiedere maggiori informazioni, è sufficiente compilare questo modulo e sarete ricontattati.

Sei associato? *

Please wait...

News correlate

Share This