Torna all'elenco

Terre di Castelli: urgono interventi a sostegno delle attività turistiche

Nella dura realtà di fine anno anche dalle Terre di Castelli si leva un segnale d’allarme legato al tema del turismo. Un settore in grave difficoltà e che inevitabilmente si trova a fine anno a dover tirare le somme delle perdite dovute alla pandemia. Lidia Gibellini, presidente Lapam Confartigianato delle Terre di Castelli, spiega:

“Comprendiamo perfettamente il momento difficoltà dell’alto Appennino e degli impianti sciistici costretti a stare chiusi in questo momento dell’anno per loro così fondamentale. Ma la situazione nelle Terre di Castelli è altrettanto critica. Stiamo parlando di un territorio con oltre cento strutture ricettive che nel corso degli ultimi anni ha visto raddoppiare il turismo superando abbondantemente le 50mila presenze annue, quasi l’80% nei due comuni di Vignola e Castelvetro. Il territorio ha cinque Musei del gusto (includendo Montese) riconosciuti a livello regionale. Persino il Touring Club Italiano, in uno studio legato al Piano d’area, aveva riconosciuto tra i punti di forza del territorio l’attrattività ambientale e l’offerta enogastronomica. Grazie ad importanti investimenti fatti tramite la legge 41 della Regione Emilia Romagna è stato creato il brand ed il portale di promozione ‘Vivi Scopri Assapora’ e sono state messe in campo importanti azioni di marketing territoriale e promozione, alle quali anche come Lapam abbiamo aderito. Ora non possiamo aspettare la primavera del 2021 per vedere chi è sopravvissuto a questo momento di enorme difficoltà – conclude la presidente di Zona Lapam -, servono immediatamente dei fondi ad hoc anche per i territori come il nostro a cavallo tra la pianura e la montagna per il sostegno della filiera turistica ed enogastronomica”.

Umberto Costantini, Sindaco di Spilamberto e Assessore alla promozione territoriale dell’Unione Terre dei Castelli interviene:

“Quello del turismo nel nostro territorio è diventato in questi anni un settore economico con un proprio indotto sempre più rilevante. Abbiamo lavorato tanto accompagnando i nostri imprenditori con progetti e infrastrutture che potessero aumentare la qualità dell’offerta turistica e fare da moltiplicatore rispetto le loro competenze, ma ora da soli non bastiamo abbiamo bisogno di aiuto per poterci ritrovare alla fine di questo inverno pronti a ripartire. È scandaloso vedere a livello nazionale ancora discussioni in merito all’accettare o meno risorse europee perché non si hanno progetti sul quale investire. Mandatele in Emilia-Romagna quelle risorse, mandatele a Modena e in Terre di Castelli perché possano diventare investimenti strutturali che, facendo effetto leva, siano a beneficio di chi in prima persona si rimbocca le maniche ogni giorno sulle nostre colline, chi le vive per un giorno, un weekend o una vita intera”.

Gli fa eco Giorgia Mezzacqui assessore del Comune di Castelvetro

“Ai dati di chi si è fermato da noi (a Castelvetro nel 2019 oltre 28.000 presenze) devono sommarsi tutti coloro che hanno attraversato le nostre colline, scoperto aziende agricole e cantine, acetaie, caseifici, agriturismi e ristoranti. Il 2020 è stato caratterizzato da una forte calo, superiore al 50%, che si va a sommare anche al mancato indotto del mondo fieristico e business. Oltre alle amministrazioni comunali sono state tante le attività private che sono sorte proprio per dare una risposta ad una domanda in forte crescita. I privati e i loro servizi di alto livello hanno contribuito loro stessi ad aumentare quella stessa domanda, ad aumentare numeri e visite. A questi privati noi dobbiamo rispetto, rispetto perchè hanno creduto nel turismo e perchè aiutano a rendere celebre Castelvetro e l’Unione Terre di Castelli oltre i confini amministrativi. Non posso però non ammettere la grande preoccupazione perché, anche quando la situazione sanitaria sarà in miglioramento, la ripresa del turismo non sarà immediata. Per questo è necessario che arrivino al più presto aiuti e contributi per le imprese del settore”.

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    Informativa Privacy

    Dichiarare di aver preso atto dell'informativa sul trattamento dei dati personali selezionando la casella: "Acconsento al trattamento dei dati personali"

    News correlate

    Share This