Torna all'elenco

Verifica sulla regolarità del vettore

22 Febbraio 2020

Per la verifica delle Aziende dell’autotrasporto, non serve il DURC e neppure il DURF, ma la Verifica sulla regolarità del vettore ai sensi dell'art. 1, comma 248 della legge 23 dicembre 2014, n. 190”

Il committente e il primo vettore che utilizzi dei sub vettori possono chiedere direttamente sul sito dell’Albo degli autotrasportatori la Verifica in oggetto, ai sensi dell'art. 83bis del decreto legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito con modificazioni dalla legge 6 agosto 2008, n. 133:

la verifica sulla regolarità del vettore è assolta dal committente mediante accesso ad apposita sezione del portale internet attivato dal citato Comitato centrale, dal quale sia sinteticamente acquisita la qualificazione di regolarità del vettore a cui si intende affidare lo svolgimento di servizi di autotrasporto.

Perché è opportuno che il committente esegua direttamente la verifica, previa registrazione sul portale, per tre motivi:

1) il primo è che in questo modo il committente oltre a ricevere il DURC, riceve anche l'attestazione prodotta direttamente del ministero, che l’azienda è in regola con l'iscrizione all'Albo nazionale degli autotrasportatori, al Registro Elettronico Nazionale e alla Camera di Commercio;

2) il secondo è che la procedura è assolutamente telematica, rapida e gratuita:

3) il terzo è che se il committente riceve l’esito della verifica direttamente sulla propria PEC dal Ministero è assolutamente certo della sua autenticità.

Si ricorda che per un committente avere la certezza che il trasportatore di cui si avvale è in regola con Albo, Ren e CCIAA è molto importante, perché l’affidamento a trasportatori abusivi è molto pericoloso e può comportare l’irrogazione di pesanti sanzioni pecuniarie e si rischia anche la confisca della merce.

Con queste indicazioni non si vogliono scaricare adempimenti gravosi, sul committente, perché la procedura, una volta superata la fase di registrazione sul portale, è molto rapida.

Per fare una richiesta, occorrono pochi minuti, meno del tempo che si impiega a scrivere una mail al fornitore, ma con la sicurezza di ricevere un documento autentico.

INFORMAZIONI

trasporti@lapam.eu
059 89 3111

 

Per maggiori informazioni

Per cogliere questa opportunità, o richiedere maggiori informazioni, è sufficiente compilare questo modulo e sarete ricontattati.

Sei associato? *

Please wait...

News correlate

Share This