Torna all'elenco

Rifiuti: l’economia circolare va nella direzione giusta ma va incentivata

21 Settembre 2018

Il tema dei rifiuti e del loro smaltimento è, giustamente, molto sentito dai cittadini e sta molto a cuore anche alle imprese che lavorano sul nostro territorio. La chiusura delle discariche è sicuramente doveroso e importante, così come un utilizzo equilibrato e il meno impattante possibile dei termovalorizzatori. A maggior ragione in un territorio inquinato come quello della Pianura Padana. Una risposta può e deve venire da un impulso forte, anche attraverso incentivi economici, all’economia circolare che permette il riutilizzo e la rigenerazione di parte dei rifiuti anche industriali e che è già una caratteristica, potremmo dire innata, delle piccole e medie imprese. 

Tante volte diciamo che l’Europa è matrigna, in questo caso le nuove norme emanate da Bruxelles vanno nella direzione giusta. La priorità dovrà essere prevenire la creazione dei rifiuti, in secondo luogo privilegiarne riparazione e riciclo (e, dunque, valorizzare e incentivare l’economia circolare), segue il recupero energetico attraverso i termovalorizzatori che sono dunque destinati a una percentuale minore di rifiuti. All’ultimo posto, come extrema ratio, la discarica. Ci pare questo un approccio equilibrato al tema, ma appunto l’economia circolare va promossa e incentivata. Le pmi hanno come struttura un’attenzione particolare a questa forma di riciclo e di riuso e possono fare molto.

Nessuno proposta irrealizzabile, come il ‘rifiuti zero’ di cui a volte si parla, ma un modo nuovo di riciclare e riutilizzare rifiuti (pensiamo a imballaggi, rifiuti da batterie, componenti elettriche ed elettroniche, metalli, olii esausti..). Recuperando le materie prime dai rifiuti le aziende inquineranno meno e taglieranno i costi nel processo produttivo, con vantaggi concreti per tutti.

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    Informativa Privacy

    Dichiarare di aver preso atto dell'informativa sul trattamento dei dati personali selezionando la casella: "Acconsento al trattamento dei dati personali"

    News correlate

    Share This