Torna all'elenco

Dinamiche di fatturato delle imprese associate nel 2020

Per indagare la dinamica del fatturato durante l’ultimo anno, caratterizzato dalla crisi sanitaria da Covid-19, Lapam Confartigianato ha analizzato i dati di 5.248 imprese associate operanti nelle province di Modena e Reggio Emilia. Le evidenze emerse sono molto significative e vanno ad evidenziare i trend mese per mese e nei diversi settori di attività.

VARIAZIONE MENSILE DEL FATTURATO MEDIO PER IMPRESA – Durante il 2020 il campione di imprese sopra descritto ha emesso fatture per 908 milioni di euro, in calo del 16,1% rispetto al 2019, anno in cui il valore raggiungeva 1 miliardo 83 milioni di euro. Come emerge dalla tabella sotto riportata, i mesi dove si sono registrati i cali peggiori sono quelli che corrispondono ai mesi del lockdown (Marzo, Aprile e Maggio).

VARIAZIONE MEDIA PER IMPRESA NEI PRINCIPALI SETTORI Tra i 14 settori di attività che contano oltre 100 imprese del campione analizzato, le attività con un maggior calo del fatturato sono: quelle dei servizi di ristorazione (-35,7%), le attività immobiliari (-27,2%), gli studi di architettura e ingegneria e di collaudi e analisi tecniche (-26,8%), mentre il settore con un calo migliore è quello del commercio all’ingrosso e al dettaglio e riparazione di autoveicoli e motocicli (-7,2%).

La variazione media dell’intero comparto manifatturiero si attesta invece al -14,7%, più accentuata rispetto alla variazione del comparto costruzioni che si ferma al -10,7%.

VARIAZIONE MEDIA PER IMPRESA NEI PRINCIPALI COMUNI – Nell’indagine condotta, tra i 13 comuni delle province di Modena e Reggio Emilia con oltre 100 imprese rilevate, emerge che Castelfranco Emilia è l’unico che vede crescere il fatturato medio (+8,5%), mentre calano oltre la media Modena (-16,5%), Formigine (-17,4%), Vignola (-19,7%), Fiorano Modenese (-27,4%), Reggio Emilia (-30,2%) e Carpi (-36,2%).

DISTRIBUZIONE DELLE IMPRESE PER CALO DEL FATTURATO – Il dato complessivo del campione presentato fino ad ora rappresenta una media di singole variazioni anche molto diversificate tra loro: quasi un terzo delle imprese (il 31,8%) registra incrementi di fatturato nel 2020 rispetto al 2019, mentre altrettante (il 29,2%) ha cali superiori al 30% del fatturato.

Il dato fin qui analizzato differisce significativamente dal calo di fatturato del -26,1% rilevato precedentemente dal sondaggio Confartigianato ‘Effetti del coronavirus sulle MPI emiliano-romagnole’. Questo è dovuto sia al periodo di rilevazione del sondaggio – inizio febbraio 2021 – in cui non erano ancora stati chiusi i bilanci 2020, sia dall’effetto (amplificatore) sulla percezione individuale che la crisi sanitaria ha avuto.

Ultime News

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    Informativa Privacy

    Dichiarare di aver preso atto dell'informativa sul trattamento dei dati personali selezionando la casella: "Acconsento al trattamento dei dati personali"

    Share This