Torna all'elenco

E-commerce: il boom del 2021

Il commercio elettronico ha visto una forte accelerazione durante la pandemia. L’Italia è infatti una delle principali economie europee con una maggior crescita dell’e-commerce. I dati Istat dicono che nel nostro paese le vendite online nei primi 9 mesi del 2021 sono aumentate del +57,9% rispetto allo stesso periodo del 2019. Questo mentre le vendite complessive sono cresciute solo dell’1%. Sempre secondo Istat, in Emilia-Romagna le imprese con 10 addetti e più che vendono tramite e-commerce erano il 15,8% nel 2019. La quota è salita al 17,2% nel 2020, superando la media nazionale (16,3%). Inoltre il valore stimato dell’e-commerce nel 2021 è pari a 5.386 milioni di euro per l’Emilia-Romagna.

I prodotti più acquistati online

In regione le persone di 14 anni e più che hanno effettuato acquisti o ordini su Internet sono passate dal 38,4% del 2019 al 42,7% nel 2020. In termini assoluti, gli e-shopper erano 1.504 mila nel 2019 e sono 1.678 mila nel 2020. L’aumento è di quasi 174 mila “acquirenti elettronici” in più. Questi, secondo gli ultimi dati disponibili al 2019, acquistano soprattutto articoli per la casa, richiesti dal 43,3% del totale degli e-shopper. Seguono abiti e articoli sportivi con il 39,4% e pernottamenti per vacanze con il 31,2%. Va ricordato che nella produzione dei primi due articoli più venduti sul web (abbigliamento e articoli per la casa) sono coinvolte quote significative di MPI e imprese artigiane.

Anche MPI e artigianato sono sul web

Durante l’emergenza sanitaria le imprese artigiane e le micro e piccole imprese hanno spesso sfruttato i canali digitali per relazionarsi con clienti e fornitori. Secondo un’indagine svolta dall’Ufficio Studi Lapam tra le imprese del commercio e pubblici esercizi, l’85% dei rispondenti utilizza uno o più canali digitali. I più diffusi sono i canali social (es. Facebook e Instagram, 62%), le comunicazioni dirette (WhatsApp, email, etc., 40%), Google My Business (39%) e il sito web aziendale (32%). Più limitata la presenza su piattaforme online (TripAdvisor, Ebay, Booking, etc., 8,5%).

Di conseguenza per la metà dei rispondenti è molto importante l’attività di promozione online. Inoltre il 16% sente il bisogno di fare maggiore formazione sull’utilizzo efficace di questi strumenti. Ad oggi il 73% degli imprenditori gestisce la presenza online della propria attività con risorse interne (personalmente o grazie a collaboratori e familiari), mentre solo il 13% si è affidato a professionisti esterni (freelance e agenzie).

La raccolta opinioni è avvenuta tramite indagine diretta e sondaggio online (metodologia CAWI – Computer Assisted Web Interviewing). Periodo di rilevazione: 22 settembre – 10 ottobre 2021.

Qui la Presidente Licom Cinzia Ligabue commenta le vendite dei negozi nell’ultimo periodo.

Ultime News

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    Informativa Privacy

    Dichiarare di aver preso atto dell'informativa sul trattamento dei dati personali selezionando la casella: "Acconsento al trattamento dei dati personali"
    This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

    Per inviare la richiesta, clicca su Invia e attendi il box verde di conferma.
    Riceverai inoltre un'email di riepilogo.