Torna all'elenco

Uno sguardo su popolazione e imprese in Appennino

Sono stati considerati come “Appennino Modenese” i seguenti 16 comuni: Fanano, Fiumalbo, Frassinoro, Lama Mocogno, Montecreto, Montefiorino, Montese, Palagano, Pavullo, Pievepelago, Polinago, Prignano, Riolunato, Serramazzoni, Sestola e Zocca.

Dinamica della popolazione – Dal punto di vista demografico, si può notare come Pavullo e Serramazzoni (i due centri di gran lunga più popolosi) siano gli unici comuni a registrare una crescita della popolazione negli ultimi 10 anni. I restanti comuni hanno invece vissuto un calo, che nella maggior parte dei casi risulta assai più grave della media dell’Appennino (-2%). In particolare i cali maggiori si verificano a Palagano (-13,3%, passando da 2.401 a 2.081 residenti), Frassinoro (-11%, da 2.047 a 1.821) e Riolunato (-10,7%, da 756 a 675).

Analizzando la popolazione per fasce di età, si osserva che la quota di giovani under 35 è in netta diminuzione in tutti i comuni considerati e la maggior parte di questi (tutti eccetto Pavullo) registra al 2019 un’incidenza inferiore alla media provinciale (33,6%). I cali più marcati si rilevano a Serramazzoni (-5,1 punti percentuali), Palagano (-5 punti), Prignano (-4,5 punti) e Polinago (-4,5 punti).

Per quanto riguarda invece la quota degli anziani over 65, questa risulta in aumento quasi ovunque, e nella maggioranza dei comuni considerati la percentuale di popolazione anziana è superiore sia alla media dell’Appennino (25%) che alla media provinciale (21,7%). Gli incrementi più consistenti si hanno a Sestola (+3,5 punti percentuali), Palagano (+2,9 punti) e Prignano (+2,7 punti).

Le imprese dell’Appennino – Tra gli anni 2010 e 2020 il numero di imprese attive nell’Appennino Modenese è diminuito del 13,5%, mentre tra il 2019 e il 2020 il calo risulta essere dell’1,8%. Come si può notare dal grafico sottostante, gli effetti della pandemia non sono ancora resi evidenti. Nell’ultimo anno infatti:

“nascono e chiudono poche imprese, una dinamica piatta in attesa di capire l’evoluzione della crisi pandemica.” (Comunicato stampa Unioncamere Emilia-Romagna, 18/01/21)

Guardando invece al dettaglio comunale, si conferma il trend decrescente: tra il primo trimestre 2011 e il primo trimestre 2021, in tutti e 16 i comuni considerati il numero di imprese è in calo, in particolar modo a Palagano (-23,9%), Sestola (-21,8%) e Montecreto (-21,6%). Le imprese dell’Appennino sono principalmente localizzate nei comuni di Pavullo (con 1.719 imprese attive al primo trimestre 2021), Serramazzoni (791 imprese) e Zocca (563 imprese).

Ultime News

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    Informativa Privacy

    Dichiarare di aver preso atto dell'informativa sul trattamento dei dati personali selezionando la casella: "Acconsento al trattamento dei dati personali"

    Per inviare la richiesta, clicca su Invia e attendi il box verde di conferma.
    Riceverai inoltre un'email di riepilogo.

    Share This