• Permettere temporaneamente l'ingresso delle auto in centro storico per l'asporto nei ristoranti
    commercio negozio turismo vetrina esercenti centro bar caffe tavoli

    La proposta è semplice come idea e, tutto sommato, anche per la realizzazione e viene dalla Zona di Modena di Lapam.

    “La prossima fase che vede la possibilità di riaprire i ristoranti solo per l'asporto rischia di vedere i ristoranti del centro storico penalizzati. E allora perché non pensare a far sì che il ‘take away’, il servizio da asporto, diventi possibile arrivando in auto anche nelle zone a traffico limitato?”.

    La proposta Lapam riguarda, appunto, i ristoranti del cuore della città. “È ovvio che i clienti preferiranno andare nei ristoranti dove possono arrivare tranquillamente con la loro auto, anche perché ritirare un pasto è una cosa che deve essere fatta con una certa celerità per avere la possibilità di gustare nel modo migliore i cibi acquistati. Inoltre se l'acquisto è sostanzioso anche solo il peso e il calore del cibo, potrebbero rendere complicato arrivare dal ristorante del centro al parcheggio. Perché allora non permettiamo ai clienti dei ristoranti di entrare in centro storico con loro autovettura?”.

    La richiesta non è di una “apertura selvaggia e generalizzata”, ma di una sorta di “apertura controllata, utilizzando le stesse modalità che già si usano per i clienti degli alberghi e per chi accompagna le donne in centro alla sera. Ovvero il cliente entra tranquillamente in centro, comunica la targa al ristoratore e quest'ultimo a fine serata riferisce le targhe dei clienti che sono entrate per acquistare cibi da asporto alla Polizia municipale. La stessa Municipale, infine, inserisce le targhe comunicate per quel giorno nel novero di quelle autorizzate all’ingresso nella Ztl e quindi non invia la multa”. Un sistema, già collaudato come riferisce Lapam, piuttosto semplice. “Questa modalità, inoltre, favorisce anche il distanziamento sociale perché evita al cliente di dover camminare per le strade del centro. In questo modo si sana una oggettiva penalizzazione nei confronti dei ristoratori del centro storico. E – conclude con una punta di polemica l'associazione - se qualcuno pensasse che questa proposta possa favorire un aumento del traffico troppo importante, noi diciamo magari fosse così! Questo flusso potrebbe salvare alcuni locali dalla chiusura”.


Download formato testo:
Allegati:

    Notizie correlate


    • Pagamenti digitali: l'Italia è ormai pronta per il giro di boa
      Pagamenti digitali: l'Italia è ormai pronta per il giro di boa
      In Europa l'Italia è tra i paesi a maggiore utilizzo del contante, ma le percentuali di crescita dei pagamenti digitali indicano chiaramente l'avvio di un cambiamento strutturale   Notizia Completa
    • È ora di un family act a misura di imprenditrici
      È ora di un family act a misura di imprenditrici
      Estendere la legge delega anche al lavoro autonomo. Ecco le nostre proposte   Notizia Completa
    • “Ripartire dopo Covid-19? Solo se lo sviluppo diventa sostenibile”
      “Ripartire dopo Covid-19? Solo se lo sviluppo diventa sostenibile”
      Secondo Enrico Giovannini servono regole per promuovere scelte responsabili in campo ambientale e sociale. La nostra intervista   Notizia Completa