Torna all'elenco

Microcredito, come funziona e a chi è rivolto il fondo regionale

Nel 2017 Regione Emilia Romagna ha istituito un fondo per sostenere le micro imprese, i liberi professionisti e i lavoratori autonomi nell’accesso al credito. Queste attività hanno infatti più difficoltà ad accedere a finanziamenti e linee di credito. Per questo le risorse regionali – attive sino a dicembre 2022 – possono essere un valido strumento per accompagnare il loro percorso di crescita. In questo articolo vediamo come funziona e come farne richiesta.

A chi è rivolto

Al fondo possono accedere:

  • Lavoratori autonomi e liberi professionisti operanti in Emilia-Romagna, che alla data di presentazione della domanda siano titolari di partita IVA da non più di cinque e che dichiarino un fatturato negli ultimi 12 mesi al massimo di 100.000 euro
  • Imprese individuali, società di persone, società a responsabilità limitata semplificata o società cooperative operanti in Emilia Romagna, che alla data di presentazione della domanda siano avviate da non più di cinque e che dichiarino un fatturato negli ultimi 12 mesi al massimo di 200.000 euro
  • Forme aggregate tra professionisti (società tra professionisti) con i medesimi requisiti previsti per le imprese.
Il video di Regione Emilia Romagna

Per quali interventi

I fondi possono essere richiesti per:

  • acquisizione di beni, comprese le materie prime necessarie alla produzione di beni o servizi e di merci destinate alla rivendita, o di servizi strumentali all’attività svolta;
  • corsi di formazione, anche di natura universitaria o postuniversitaria, volti ad elevare la qualità professionale e le capacità tecniche e gestionali del lavoratore autonomo, dell’imprenditore e dei relativi dipendenti;
  • esigenze di liquidità connesse allo sviluppo dell’attività, compreso il costo di personale aggiuntivo;
  • investimenti in innovazione, in prodotti e soluzioni di ICT, sviluppo organizzativo messa a punto di prodotti e/o servizi che presentino potenzialità concrete di sviluppo e consolidamento di nuova occupazione.

Quanto è possibile richiedere

Il fondo ha una dotazione finanziaria complessiva di 2 milioni e mezzo di euro ed è gestito da Artigiancredito. Gli interessati possono richiedere un finanziamento con mutuo chirografario a tasso 0, compreso da un minimo di 5.000 euro a un massimo di 25.000 euro. La durata massima del finanziamento è di 5 anni comprensiva della possibilità di godere di 1 anno di preammortamento.
Il rimborso dei finanziamenti è regolato sulla base di un piano con rate mensili trimestrali.

Come presentare domanda ed entro quando farlo

Come detto sopra, le domande possono essere presentate sino al 31 dicembre 2022. Per maggiori informazioni e per essere assistiti nella pratica è possibile rivolgersi alla nostra collega, Anna Tran dell’Ufficio bandi e agevolazioni chiamando il numero 0522 273504, oppure scrivendo all’indirizzo mail anna.tran@lapam.eu.

Per maggiori informazioni

Per cogliere questa opportunità, o richiedere maggiori informazioni, è sufficiente compilare questo modulo e sarete ricontattati.

Sei associato? *

Please wait...

News correlate

Share This