Torna all'elenco

Decreto Aiuti: come funzionerà il voucher fiere

Il “Decreto Aiuti” ha previsto un contributo speciale (voucher) per la partecipazione delle imprese a fiere internazionali di settore, organizzate in Italia a far data dall’entrata in vigore della legge di conversione del decreto (cioè dal 16 luglio) e fino al 31 dicembre 2022.

Il voucher fiere, concesso in regime de minimis, avrà validità sino al 30 novembre 2022 e potrà essere richiesto una sola volta da ciascun beneficiario, per un massimo di 10mila euro, per il rimborso delle spese e dei relativi investimenti sostenuti per la partecipazione. Le risorse stanziate per la misura ammontano a 34 milioni di euro per il 2022.

La partecipazione alla fiera sarà rimborsata fino al 50% delle spese sostenute.

Come richiedere il voucher fiere

Il bonus dovrà essere richiesto esclusivamente in via telematica, attraverso la piattaforma www.invitalia.it, resa disponibile dal Ministero dello Sviluppo economico (MISE).

Verosimilmente entro la prima metà di agosto sarà pubblicato il decreto direttoriale che conterrà tutte le informazioni di dettaglio sull’apertura dello sportello e sulle modalità di fruizione.

L’apertura del bando

Le domande di agevolazione, presentate dal legale rappresentate dell’impresa, dovranno pervenire esclusivamente tramite procedura informatica, dalle ore 10:00 alle ore 17:00 di tutti i giorni lavorativi, dal lunedì al venerdì, a decorrere dal 9 settembre 2022, secondo le modalità indicate dal decreto direttoriale medesimo.

Trattandosi di un bando nazionale che premierà l’ordine temporale di presentazione delle domande, è fondamentale preparare e inviare l’istanza con tempestività al momento dell’apertura.

Per la presentazione della domanda, l’impresa richiedente dovrà fornire un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) valido e funzionante e le coordinate di un conto corrente bancario (IBAN) di cui è intestataria.

I requisiti richiesti

Per ottenere il contributo saranno inoltre necessarie alcune autodichiarazioni, in cui si attesta di:

  • Avere sede operativa nel territorio nazionale ed essere iscritto al Registro delle imprese della Camera di Commercio territorialmente competente.
  • Avere ottenuto l’autorizzazione a partecipare a una o più delle manifestazioni fieristiche internazionali.
  • Avere sostenuto o dover sostenere spese e investimenti per la partecipazione a una o più delle manifestazioni fieristiche internazionali di settore.
  • Non essere sottoposti a procedura concorsuale e non trovarsi in stato di fallimento, liquidazione anche volontaria, di amministrazione controllata, di concordato preventivo o in qualsiasi situazione equivalente secondo la normativa vigente.
  • Non essere destinatario di sanzioni interdittive e di non trovarsi in altre condizioni previste dalla legge come causa di incapacità a beneficiare di agevolazioni finanziarie pubbliche.
  • Non avere ricevuto altri contributi pubblici per la partecipazione agli stessi eventi.
  • Conoscere le finalità del bonus nonché le spese e gli investimenti con esso rimborsabili.

Le fiere

Le manifestazioni fieristiche internazionali di settore organizzate in Italia, sono quelle contenute nell’elenco fieristico approvato dalla Conferenza delle regioni e delle province autonome, reperibili sul sito istituzionale della Conferenza Stato-Regioni.

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    Informativa Privacy

    Dichiarare di aver preso atto dell'informativa sul trattamento dei dati personali selezionando la casella: "Acconsento al trattamento dei dati personali"
    This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

    Per inviare la richiesta, clicca su Invia e attendi il box verde di conferma.
    Riceverai inoltre un'email di riepilogo.

    News correlate