Torna all'elenco

Bando della CCIAA di Reggio Emilia per incentivi alle PMI che esportano

La CCIAA di Reggio Emilia ha stanziato 300.000 euro per sostenere e incentivare la competitività delle PMI attraverso l’erogazione di contributi a fondo perduto per l’acquisizione di servizi per favorire l’avvio e lo sviluppo del commercio internazionale di imprese della provincia di Reggio Emilia, anche attraverso un più diffuso utilizzo delle tecnologie digitali nel periodo 01/09/2020 – 30/11/2021.

Beneficiari

Possono partecipare al presente bando le micro, piccole e medie imprese (MPMI), anche in forma cooperativa, come definite dall’Allegato 1 al Regolamento (UE) 651/2014 del 17 giugno 2014, aventi sede legale e/o unità operativa – al momento della domanda e della liquidazione del contributo – nella provincia di Reggio Emilia.

Possono partecipare al bando anche i consorzi d’imprese con sede legale e/o unità operativa nella provincia di Reggio Emilia costituiti da PMI .

Le imprese non devono rientrare nei campi di esclusione di cui all’art. 1 par. 1) e 2) Reg. 1407/2013. Sono altresì ammesse le micro, piccole e medie imprese che appartengono al settore della trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli di cui all’allegato I del Trattato CE.

Requisiti

A pena di esclusione, al momento della presentazione della domanda e della rendicontazione nonché dell’erogazione, i soggetti di cui all’articolo 4, dovranno:

1. essere iscritti e attivi al Registro Imprese;

2. avere sede legale e/o unità produttiva (escluso magazzino e deposito) in provincia di Reggio Emilia;

3. avere legali rappresentanti, amministratori (con o senza poteri di rappresentanza) e soci per i quali non sussistano cause di divieto, di decadenza, di sospensione previste dall’art. 67 del D.lgs. 159/2011 (Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonché nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia). I soggetti sottoposti alla verifica antimafia sono quelli indicati dall’art. 84 del D.lgs. 159/2011 e s.m.i.

4. non essere in stato di fallimento, concordato preventivo, amministrazione straordinaria, scioglimento, liquidazione coatta amministrativa o volontaria o in qualsiasi altra situazione equivalente secondo la normativa vigente;

5. rientrare nella definizione di microimpresa, piccola o media impresa di cui alla definizione di MPMI secondo i parametri riportati nell’allegato 1 del Regolamento (UE) 651/2014 del 17 giugno 2014;

Misura del contributo

I voucher avranno un importo pari al 50% delle spese ammissibili, fino all’importo unitario massimo di € 5.000, non comprensivo dell’eventuale premialità per il rating di legalità di cui all’art.2. Potranno comunque beneficiare del contributo camerale esclusivamente interventi il cui costo minimo sia pari o superiore a € 3.000 al netto di IVA e delle analoghe imposte estere.

Tempistiche e scadenze

Le domande dovranno essere inviate dal 19/10/2020 al 16/11/2020. Saranno automaticamente escluse le domande inviate prima e dopo tali termini. È esclusa qualsiasi altra modalità d’invio, pena l’inammissibilità della domanda.

Per maggiori informazioni

Per cogliere questa opportunità, o richiedere maggiori informazioni, è sufficiente compilare questo modulo e sarete ricontattati

Allegati

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    Informativa Privacy

    Dichiarare di aver preso atto dell'informativa sul trattamento dei dati personali selezionando la casella: "Acconsento al trattamento dei dati personali"

    Per inviare la richiesta, clicca su Invia e attendi il box verde di conferma.
    Riceverai inoltre un'email di riepilogo.

    News correlate

    Share This