Torna all'elenco

Bonus pubblicità: come e chi può farne richiesta

C'è tempo fino al 30 settembre 2020 per presentare domanda e beneficiare del cosiddetto "bonus pubblicità". 
decreti legge legati all’emergenza Covid-19 (leggi qui il nostro speciale) hanno modificato le condizioni, la misura e le tipologie di spese per poter beneficiare di questo credito d'imposta. Ecco le principali novità:

I soggetti beneficiari

Possono fare richiesta del credito:
– Le imprese;
– gli enti non commerciali;
– i lavoratori autonomi;

Gli investimenti agevolabili per l’anno 2020

Fino a fine anno sono agevolabili l’acquisto di spazi pubblicitari e inserzioni commerciali effettuate tramite:
– Stampa periodica, quotidiana nazionale o locale anche online;
– emittenti televisive e radiofoniche analogiche o digitali.

I requisiti richiesti 

Per poter beneficiare del credito è necessario assicurarsi che il giornale, la radio, l'emittente televisiva (etc..) sia iscritta al Registro degli operatori di comunicazione (ROC). 
È poi bene precisare che l’effettivo sostenimento delle spese va attestato da un soggetto abilitato al rilascio del visto di conformità delle dichiarazioni o da un Revisore legale dei conti.

A quanto ammonta il credito di imposta

Il bonus è concesso nella misura unica del 50% degli investimenti effettuati (anziché del 75% degli investimenti incrementali, come in precedenza).
il credito d’imposta è alternativo e non cumulabile con altre agevolazioni relative alle medesime spese.

Come richiedere il bonus pubblicità

Per poter beneficiare del credito il soggetto interessato deve presentare:

– La comunicazione per l’accesso al credito d’imposta (da inviare a partire dal 1° settembre e fino al 30 settembre 2020), che deve contenere i dati relativi agli investimenti effettuati o da effettuare entro il 31 dicembre 2020.
– La dichiarazione sostitutiva relativa agli investimenti effettuati, da inviare a partire dal 1° gennaio 2021 fino al 31 marzo 2021. Con questa comunicazione si dichiara l’effettiva realizzazione degli investimenti precedentemente comunicati, confermando o rettificando quanto comunicato con la comunicazione di cui sopra.

Le procedure per la gestione della prenotazione del credito, e la successiva comunicazione sostitutiva sono messe a disposizione dell’agenzia delle entrate accedendo al cassetto fiscale come intermediario o come soggetto direttamente interessato. 

Per maggiori informazioni

Per maggiori informazioni e chiarimenti, si invita a contattare le nostre sedi di riferimento, tramite mail o telefono. 
Qui l'elenco completo con tutti i riferimenti delle nostre sedi 

Oppure potete scriverci all'indirizzo mail: contattaci@lapam.eu

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    Informativa Privacy

    Dichiarare di aver preso atto dell'informativa sul trattamento dei dati personali selezionando la casella: "Acconsento al trattamento dei dati personali"

    News correlate

    Share This