Torna all'elenco

Contributi a fondo perduto per fiere estere 2016

10 Dicembre 2015

L'obiettivo di questo bando è di promuovere i processi di internazionalizzazione delle imprese regionali con il sostegno a iniziative di partecipazione a fiere ed eventi internazionali, sia in forma singola che in forma aggregata.

Caratteristiche del contributo:

– Minimo 3 eventi all'estero da realizzare nell'anno 2016 ( fiere, B2B, visite aziendali, forum, degustazioni, sfilate, esposizioni in show room, manifestazioni analoghe organizzate dal richiedente o alle quali il richiedente aderisce.), di cui almeno una Fiera Internazionale
– 30% a fondo perduto della spesa per le imprese singole, con un minimo di 20.000 euro ed un massimo di 100.000 euro
– 45% a fondo perduto della spesa per le imprese in ATI (minimo 3 partecipanti),  con un minimo 100.000 euro ed un massimo di 200.000 euro

Spese ammissibili sia in caso di partecipazione di impresa individuale che di A.T.I.

1. Partecipazione ad eventi all’estero, comprendente:

a) il costo dell’area espositiva e del suo allestimento; si precisa che in caso di partecipazione fieristica di A.T.I. la partecipazione dovrà essere realizzata tramite stand in forma aggregata.
se il regolamento di partecipazione della fiera prescelta non consente la partecipazione in un unico stand a imprese diverse della medesima aggregazione, tale motivazione andrà specificata puntualmente e documentata in sede di rendicontazione e la partecipazione delle imprese in stand diversi dovrà comunque garantire un’adeguata comunicazione della partecipazione delle imprese come aggregazione1;
) il trasporto dei materiali e dei prodotti, compresa l’assicurazione ed esclusi gli oneri doganali;
) il costo di hostess e interpreti;
) il costo di consulenze esterne finalizzate esclusivamente alla partecipazione fieristica o alla organizzazione e realizzazione di eventi, nel limite massimo del 10% della somma delle precedenti voci di spesa ammesse a), b), c); si precisa che, in caso di A.T.I, il consulente dovrà svolgere la prestazione per tutte le imprese associate;

2. Spese per consulenze finalizzate alla registrazione e alla protezione del marchio nei mercati
cui si svolgono le fiere o gli eventi promozionali oggetto di contributo;

3. Spese per consulenze finalizzate all’ottenimento delle certificazioni per l’esportazione nei mercati in cui si svolgono le fiere o gli eventi promozionali oggetto di contributo;
ammissibili esclusivamente in caso di partecipazione in A.T.I.:

4. il costo per la produzione di materiali promozionali comuni, ad esclusione della manualistica tecnica, nel limite massimo di euro 10.000

5. spese di coordinamento nell’importo forfettario massimo del 15% della somma delle altre spese ammesse

Non sono ammesse le seguenti tipologie di spesa:

– spese di personale della/e impresa/e beneficiarie
– spese generali
– spese per consulenze continuative e/o periodiche, né attinenti ai costi di esercizio ordinari delle imprese connessi ad attività regolari quali la consulenza fiscale, la consulenza legale o la pubblicità
– spese di viaggio e di soggiorno
– esclusivamente per le A.T.I.: spese per materiali promozionali delle singole imprese partecipanti

Contributo a sportello fino ad esaurimento delle risorse disponibili

Il presente bando sarà aperto “a sportello” con decorrenza dalle ore 12.00 di lunedì 14 dicembre (termine iniziale) alle ore 12.00 del 25/02/2016 (termine finale).

Per maggiori informazioni potete contattare:

Dott. Matto Bautti: matteo.bautti@lapam.eu – 059893111
. Carlo Alberto Medici: carloalberto.medici@lapam.eu – 059893111

Per maggiori informazioni

Per cogliere questa opportunità, o richiedere maggiori informazioni, è sufficiente compilare questo modulo e sarete ricontattati.

Sei associato? *

Please wait...

News correlate

Share This