Torna all'elenco

Rifiuti: nuovi chiarimenti dal Ministero della Transizione Ecologica

Il Ministero della Transizione Ecologica ha emanato una nuova circolare allo scopo di fornire alcune interpretazioni a seguito dei numerosi quesiti pervenuti sulle recenti modifiche del Testo Unico Ambientale (D.Lgs.vo 152/06) introdotte dal recepimento del pacchetto di direttive comunitarie sull’economia circolare ed in particolare dal D.Lgs. 116/2020, il cosiddetto “Decreto Rifiuti”.

Rifiuti da manutenzione del verde

I materiali derivanti dalle attività di manutenzione del verde (art. 185) pubblico o privato non sono classificati come rifiuti se:

  • sono costituiti da paglia e altro materiale agricolo o forestale naturale non pericoloso;
  • derivano da buone pratiche colturali;
  • siano riutilizzati in agricoltura e in silvicoltura o per la produzione di energia da biomassa, anche al di fuori del luogo di produzione ovvero con cessione a terzi.

Se impiegati in processi diversi da quelli sopraindicati, è possibile qualificare il residuo come sottoprodotto, dimostrando sussistenza delle condizioni previste dall’articolo 184-bis del decreto legislativo n.152/2006.

Se i materiali non siano qualificabili come esclusi o come sottoprodotti, devono essere qualificati come “rifiuti”, distinguendo le seguenti casistiche:

  • rifiuti urbani: materiali prodotti nell’ambito di una attività di manutenzione del verde pubblico o materiali prodotti nell’ambito di una attività di manutenzione del verde privato “fai da te”, posta in essere da privati (EER 200201);
  • rifiuti speciali: materiali prodotti nell’ambito di una attività di manutenzione del verde privato da un’attività d’impresa (non risultando l’attività in questione ricompresa tra quelle individuate nell’allegato L-quinquies del D.lgs 116/2020).

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    Informativa Privacy

    Dichiarare di aver preso atto dell'informativa sul trattamento dei dati personali selezionando la casella: "Acconsento al trattamento dei dati personali"

    Per inviare la richiesta, clicca su Invia e attendi il box verde di conferma.
    Riceverai inoltre un'email di riepilogo.

    News correlate

    Share This