Torna all'elenco

TARI: come richiedere la riduzione nei comuni gestiti da AIMAG

Sul proprio sito il gruppo AIMAG ha chiarito come presentare domanda di riduzione della TARI (la tariffa rifiuti ndr.) alle utenze non domestiche che a causa della pandemia hanno subito una contrazione della propria attività e quindi, alla luce dei conseguenti provvedimenti governativi, possono richiedere l’agevolazione tariffaria.

I comuni interessati

I comuni in cui è possibile presentare richiesta ad oggi sono: Carpi, Novi, Soliera, Camposanto, Medolla, San Prospero, Cavezzo, Concordia sulla Secchia, San Possidonio, San Felice sul Panaro.

Per quali attività è possibile presentare richiesta

Come chiarito da AIMAG, le agevolazioni sono definite in tre categorie:

  • Utenze con limitazioni temporali estese: utenze non domestiche con codice ATECO ricompreso nell’allegato 1 al DL n° 137 del 28.10.2020 (cosiddetto Decreto Ristori) come convertito con modificazioni dalla Legge n° 176 del 18 dicembre 2020; rientrano in tale categoria a titolo esemplificativo e non esaustivo bar, ristoranti, alberghi, gelaterie e pasticcerie, impianti sportivi, ecc…
  • Utenze con limitazioni temprali medie: rientrano in tale categoria: utenze non domestiche con sospensione o limitazione dell’attività nel periodo di zona rossa 2021; come da DPCM del 2 marzo 2021. Rientrano in tale categoria sia le attività commerciali al dettaglio – fatta eccezione per le attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità individuate nell’allegato 23 del medesimo decreto -, sia le attività inerenti i servizi alla persona diverse da quelle indicate nell’allegato 24 del medesimo decreto. Rientrano anche in tale casistica le utenze non domestiche con codice ATECO 94.9 (attività di altre organizzazioni associative) e gli esercizi commerciali ubicati all’interno di centri commerciali, gallerie commerciali per i quali è stata prevista la chiusura nei giorni festivi e prefestivi (art. 26 comma 2 DPCM 2 marzo 2021).
  • Utenze con riduzione di fatturato: che a loro volta si distinguono come segue:
    1) utenze non domestiche che non rientrino nei casi citati sopra e che presentano i requisiti di cui ai commi da 1 a 4 del D.L. 22 marzo 2021 n° 41 come convertito con modificazioni dalla Legge 21 maggio 2021, n° 69; si fa in particolare riferimento ad utenze non domestiche per le quali l’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi dell’anno 2020 sia inferiore almeno del 30% rispetto all’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi dell’anno 2019.
    2) utenze non domestiche che presentano i requisiti di cui ai commi da 5 ad 8 dell’art. 1 del DL 25 maggio n. 73. Si fa in particolare riferimento ad utenze non domestiche per le quali l’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi del periodo dal 1° aprile 2020 al 31 marzo 2021 sia inferiore almeno del 30% rispetto all’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi del periodo dal 1° aprile 2019 al 31 marzo 2020.
    3) utenze non domestiche che hanno attivato la partita IVA dal 1° Gennaio 2019.

Come ed entro quando presentare domanda

La richiesta, cioè il modulo predisposto da AIMAG e scaricabile a questo link, deve essere inviato via PEC all’indirizzo: servizio.clienti@pec.gruppoaimag.it entro il 15 settembre per i comuni di Carpi, Novi e Soliera ed entro il 30 settembre 2021 per tutti gli altri.

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    Informativa Privacy

    Dichiarare di aver preso atto dell'informativa sul trattamento dei dati personali selezionando la casella: "Acconsento al trattamento dei dati personali"

    Per inviare la richiesta, clicca su Invia e attendi il box verde di conferma.
    Riceverai inoltre un'email di riepilogo.

    News correlate

    Share This