Torna all'elenco

Anti abusivimo, dopo Poviglio anche a Correggio si sigla il protocollo proposto da Lapam

Dopo Poviglio anche il Comune di Correggio ha deciso di siglare il protocollo d’intesa contro l’abusivismo, sottoposto all'attenzione dell'amministrazione pubblica dalla nostra associazione ed esteso anche alle altre sigle sindacali.
risultato apprezzato dal sindaco, Ilenia Malavasi, che all'atto della firma del protocollo (il 12 dicembre scorso ndr.) ha commentato: «La firma di questo Protocollo rappresenta sia un punto d’arrivo che uno di partenza. Un punto di arrivo perché concretizza uno sforzo e un coinvolgimento comune su un tema sul quale siamo attenti e sensibili, come quello dell’abusivismo nelle professioni e dell’illegalità, che ci vede impegnati a fianco di commercianti, esercenti e associazioni di categoria. Un punto di partenza perché da qui, da questa collaborazione, passa parte del lavoro che ci aspetta nei prossimi mesi, che non potrà essere limitato alle azioni di contrasto e verifica, che pure svolgeremo secondo le nostre competenze, ma dovrà vedere un lavoro congiunto anche per quanto riguarda la sensibilizzazione su un tema fortemente legato a quello della legalità e del rispetto delle regole per sviluppare nella cittadinanza una cultura della legalità, a partire dalle generazioni più giovani».

Come su Poviglio l'azione della nostra associazione si concentrerà in una prima fase sul comparto del Benessere, data la richiesta della nostra base associativa, seguendo quattro direttrici di lavoro sia per le associazioni che per il Comune. In questi giorni Lapam Confartigianato ha lanciato una campagna informativa (vedi foto sopra), di concerto col Comune, per sensibilizzare l’opinione pubblica; istituire, presso le rispettive sedi, un punto di raccolta delle segnalazioni di eventuali attività esercitate senza il pieno rispetto delle regole; inviare alla Polizia Municipale le segnalazioni pervenute, naturalmente non anonime e basate su dati e riscontri oggettivi; formare e informare i propri associati rispetto alle normative sia relative alla sicurezza che agli adempimenti fiscali e burocratici. 

L’amministrazione comunale, dal canto suo, si impegna a prendere in esame le informazioni ritenute importanti trasmesse dalle associazioni; adottare provvedimenti specifici eventualmente necessari per combattere il fenomeno dell’abusivismo; istituire un tavolo tecnico di lavoro, a cadenza semestrale, con la presenza anche della Polizia Municipale e di altri soggetti che si riterrà utile invitare; diffondere i dati statistici raccolti.
’abusivismo è una piaga in crescita come testimoniato dai social network dove è sempre più facile imbattersi in post che promuovono servizi alla persona (parrucchiere, estetiste, dietiste, perfino tatuatori…) da parte di chi non ha titoli per farlo. Questo protocollo va nella direzione giusta, quella di sostenere le imprese regolari e di stanare i ‘furbetti’ che, con il loro comportamento scorretto, danneggiano sia le imprese sane che i consumatori stessi.

Per maggiori informazioni
Livio Lazzari
. categoria Benessere
.lazzari@lapam.eu
893111

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    Informativa Privacy

    Dichiarare di aver preso atto dell'informativa sul trattamento dei dati personali selezionando la casella: "Acconsento al trattamento dei dati personali"

    News correlate

    Share This