Torna all'elenco

Bando contributi per lo sviluppo dell’offerta turistica 2017 – CCIAA Reggio Emilia

Termine presentazione domande prorogato al 15 Novembree 2017

Favorire e incentivare la competitività delle PMI del settore “Turismo”  attraverso l’erogazione di contributi per la realizzazione di iniziative atte a migliorare l’offerta turistica del territorio provinciale.

Lo stanziamento complessivo prevede 500.000,00 euro suddiviso in :

– € 100.000,00 – MISURA 1 – Concessione di contributi a favore di reti d’impresa operanti nel settore del turismo;
– € 400.000,00 – MISURA 2 – Concessione di contributi a favore di imprese “turistiche”. 

Ciascuna impresa può presentare una sola domanda per una sola misura. 

L’aiuto non è cumulabile con altri interventi pubblici di qualsiasi natura aventi ad oggetto le stesse spese

MISURA 1

Soggetti ammissibili

Possono presentare richiesta per ottenere il contributo:      
– raggruppamenti di PMI con forma giuridica di “Contratto di rete”;
– raggruppamenti di PMI che possono assumere la forma giuridica di ATI, Consorzi e Società consortili costituiti anche in forma di cooperativa;
– per le aggregazioni non ancora costituite il legale rappresentante dovrà sottoscrivere, nell’ambito dell’istanza, l’impegno a costituire formalmente l’aggregazione, nella fattispecie previste dai 2 precedenti punti, entro 90 giorni dalla data di comunicazione di concessione del contributo.

Tutte le imprese appartenenti all’aggregazione devono essere PMI, con sede e/o unità operativa a Reggio Emilia, autonome fra loro. All’aggregazione devono partecipare:
– minimo 5 PMI;
– Il 60% delle imprese partecipanti devono essere imprese turistiche ovvero svolgere un’attività classificata con codici Ateco 2007 (attività principale o secondaria indicata in visura) di cui alla divisione:

– 55 ALLOGGIO e tutti i sottodigit;
​- 56 ATTIVITA’ DEI SERVIZI DI RISTORAZIONE e tutti i sottodigit ad esclusione del 56.2 e dei suoi sottodigit (catering e mense);
– 79 ATTIVITA’ DEI SERVIZI DELLE AGENZIE DI VIAGGIO, DEI TOUR OPERATOR E SERVIZI DI PRENOTAZIONE E ATTIVITA’ CONNESSE e tutti i sottodigit.
– 93.21.00 PARCHI DI DIVERTIMENTO E PARCHI TEMATICI 

Ciascun raggruppamento può presentare domanda di contributo per un solo progetto. Ogni impresa può partecipare ad un solo raggruppamento.

Tipologie deli interventi

Gli interventi ammessi a contributo dovranno essere riconducibili a:
rna) iniziative volte alla destagionalizzazione, innovazione del prodotto turistico, integrazione fra imprese, operatori e professioni di servizio al turismo;
) iniziative che migliorino la conoscenza del territorio a fini turistici con particolare riferimento a sistemi di promo-commercializzazione on line;
) implementazione di iniziative di promo-commercializzazione che utilizzino le nuove tecnologie e, in particolare, i nuovi strumenti di social marketing;
) sviluppo di iniziative e strumenti di promo-commercializzazione condivise fra le imprese della rete finalizzate alla creazione di pacchetti turistici innovativi.

Spese ammissibili

Sono finanziabili (al netto di IVA e di altre imposte, tasse e diritti) le seguenti spese, sostenute dalla rete (data fattura e data pagamento) a partire dal 01/08/2017 e fino al 29/06/2018 riconducibili agli interventi previsti dall’art. 3  bando e precisamente:
a) costi per tecnologie e strumentazioni hardware e software funzionali al progetto;
b) acquisto di beni e servizi materiali/immateriali per l’innovazione e il miglioramento della capacità attrattiva;
c) costi per la promozione integrata sul territorio nazionale e per la promozione unitaria sui mercati internazionali, in particolare attraverso le attività di promozione dell’ENIT;
d) arredi funzionali all’attività dell’impresa (esclusi i beni facilmente deperibili quali biancheria da tavola, biancheria da bagno, biancheria da letto, stoviglie, ecc.) nella misura massima del 30% del totale delle spese ammissibili;
e) costi per la comunicazione e la pubblicità riferiti alle attività del progetto;
f) costi di consulenza e assistenza tecnico-specialistica prestate da soggetti esterni all’aggregazione per la redazione del programma di rete e sviluppo del progetto nella misura massima del 20% della somma delle precedenti voci di spesa contributo (a-b-c) forniti da imprese iscritte al Registro delle imprese, da liberi professionisti e da lavoratori autonomi in possesso di adeguata qualificazione ed esperienza professionale nello specifico campo di intervento, documentata da curriculum o scheda di presentazione o altra equipollente; i servizi di consulenza possono essere resi anche da università ed enti pubblici di ricerca;
g) costi per la formazione dei titolari d’azienda e del personale dipendente impiegato nelle attività di progetto, nella misura massima del 30% della somma delle precedenti voci di spesa contributo (a-b-c) fornita da Agenzie formative accreditate dalle Regioni o Università e Scuole di Alta Formazione italiane in possesso del riconoscimento del MIUR.

Agevolazioni previste

Il contributo riconoscibile è pari al 40% dell’importo complessivo delle spese ammesse  e sostenute  dalle imprese del raggruppamento per la realizzazione del progetto fino al valore massimo assoluto  di contributo a favore dell’intero raggruppamento  – non di ogni singola impresa aderente –  pari a 40.000,00 euro.
valore minimo di ogni progetto non dovrà comunque essere inferiore a  Euro 10.000, 00.
escluse totalmente dall’erogazione del contributo le imprese che realizzano l’investimento in misura inferiore al 70% rispetto a quello ammesso a contributo e che alla data di rendicontazione non sono iscritte al Registro dell’Alternanza scuola lavoro.
’agevolazione è erogata nell’ambito del Regime de minimis (Reg. CE 1407/2013), per tutti i settori nei quali il regime è applicabile.

Termini e procedure

Le domande potranno essere presentate esclusivamente in modalità telematica dall’11/09/2017 al 02/10/2017 dal legale rappresentate dell’impresa capofila.
’ammissione al contributo avverrà sino ad esaurimento dei fondi disponibili.
’ordine di precedenza nella graduatoria è determinato:
) dalla valutazione della Commissione;
) a parità di punteggio finale attribuito dalla Commissione in ordine decrescente dell’ammontare dell’investimento ammesso a contribuzione
) in caso di ulteriore parità, in ordine cronologico sulla base della data di spedizione della domanda.

La rendicontazione dovrà essere trasmessa entro e  non oltre il 28/09/2018.

MISURA 2

Soggetti ammissibili

Le micro, piccole e medie imprese (PMI), anche in forma cooperativa, con sede legale e/o unità operativa nella provincia di Reggio Emilia che svolgono un’attività classificata con i codici ATECO 2007 (si fa riferimento al codice ATECO – attività principale o secondaria indicata in visura camerale alla data di presentazione della domanda) di cui alla divisione:
– 55 ALLOGGIO e tutti i sottodigit;
– 56 ATTIVITA’ DEI SERVIZI DI RISTORAZIONE e tutti i sottodigit ad esclusione del 56.2 e dei suoi sottodigit (catering e mense);
– 79 ATTIVITA’ DEI SERVIZI DELLE AGENZIE DI VIAGGIO, DEI TOUR OPERATOR E SERVIZI DI PRENOTAZIONE E ATTIVITA’ CONNESSE e tutti i sottodigit.
– 93.21.00 PARCHI DI DIVERTIMENTO E PARCHI TEMATICI 

Tipologie di interventi

Gli interventi ammessi a contributo dovranno essere riconducibili a:
a) attrezzature e strumenti tecnologici per il miglioramento delle modalità di gestione delle strutture e dei servizi offerti;
b) hardware e software;
c) arredi funzionali all’attività dell’impresa (esclusi i beni facilmente deperibili quali biancheria da tavola, biancheria da bagno, biancheria da letto, stoviglie, ecc.);
d) impianti e tecnologia per l’installazione di reti Wi-Fi gratuite a disposizione degli ospiti e clienti;
e) inserimento di sistemi informatici e di telecomunicazioni innovativi e per la realizzazione dei siti internet ed e-commerce, web marketing,  nonché l’acquisto e l’installazione di sistemi di sicurezza informatica;
f) sistemi di informazione integrati quali le soluzioni ERP/MPR, sistemi di gestione documentali, di customer relationship management (CRM), customer caring;
g) installazione di sistemi antifurto, antirapina (compresi centraline, sensori volumetrici, dispositivi di protezione perimetrale e telecamere di videosorveglianza) per la sicurezza dei locali in cui sono esercitate le attività d’impresa;
h) nel limite massimo del 30% della spesa ammessa di cui alle precedenti lettere e) e f) l’acquisizione di servizi di consulenza concernenti l’analisi, la progettazione e lo sviluppo dei sistemi di cui alle lettere e) e f) forniti da imprese iscritte al Registro delle imprese, da liberi professionisti e da lavoratori autonomi in possesso di adeguata qualificazione ed esperienza professionale nello specifico campo di intervento, documentata da curriculum o scheda di presentazione o altra equipollente; i servizi di consulenza possono essere resi anche da università ed enti pubblici di ricerca;
i) nel limite massimo del 30% della spesa ammessa di cui alle precedenti lettere e) e f) costi per la formazione dei titolari d’azienda e del personale dipendente concernente gli investimenti di cui alle lettere e) e f),  fornita da Agenzie formative accreditate dalle Regioni o Università e Scuole di Alta Formazione italiane in possesso del riconoscimento del MIUR.

Spese ammissibili

Sono finanziabili (al netto di IVA e di altre imposte, tasse e diritti) le seguenti spese, sostenute a partire dal 01/08/2017 e fino al 30/03/2018  (data fattura e data pagamento) riconducibili agli interventi previsti dall’art. 14  bando, e precisamente:
rna) costo di acquisto;
) costi di installazione e  personalizzazione dei beni oggetto di investimento.

Agevolazioni previste

Il contributo riconoscibile è pari al 40% dell’importo complessivo delle spese ammesse ed effettivamente sostenute per la realizzazione del progetto fino al valore massimo di contributo pari a 8.000,00 euro.
valore minimo delle spese ammissibili è pari a € 2.000,00 al netto dell’IVA. 
escluse totalmente dall’erogazione del contributo le imprese che realizzano l’investimento in misura inferiore al 70% rispetto a quello ammesso a contributo e che al momento della presentazione della rendicontazione non risultano iscritte al Registro dell’Alternanza scuola lavoro.
’agevolazione è erogata nell’ambito del Regime de minimis (Reg. CE 1407/2013), per tutti i settori nei quali il regime è applicabile.

Termini e procedure

Le domande potranno essere presentate esclusivamente in modalità telematica dall’11/09/2017 al 02/10/2017 (scadenza prorogata al 15/11/2017)
’ammissione al contributo avverrà sino ad esaurimento dei fondi disponibili.
’ordine di precedenza nella graduatoria è determinato dall’ordine cronologico di ricezione della pratica telematica da parte della Camera di commercio di Reggio Emilia, attestato dalla data e numero di protocollo assegnato dal sistema WebTelemaco.
rendicontazione dovrà essere trasmessa entro e  non oltre il 29/06/2018.

Per informazioni è possibile contattare:

Ufficio Bandi Lapam Reggio Emilia – 0522 273 535 – secofin@lapam.eu

 

Allegati

Per maggiori informazioni

Per cogliere questa opportunità, o richiedere maggiori informazioni, è sufficiente compilare questo modulo e sarete ricontattati.

Sei associato? *

Please wait...

News correlate

Share This