Torna all'elenco

Specialista in Estetica Oncologica: intesa raggiunta con il Ministero della salute

1 Dicembre 2022

Si è svolto oggi l’incontro tra il Ministero della Salute e una delegazione di associazioni, tra cui la nostra, in merito alla prassi di riferimento UNI relativa alla definizione del profilo dello Specialista in Estetica Oncologica.

La professione di estetista negli ultimi anni sta registrando una notevole crescita di domanda di servizi dedicati a soggetti fragili, in particolare nei servizi oncologici.

L’esecuzione di trattamenti su dei soggetti fragili, necessitano di attenzioni e conoscenze specifiche che devono garantire al cliente un servizio che tenga conto della sua condizione. Da qui, nasce la necessità di una norma tecnica che preveda adeguati standard formativi.

La prassi, sviluppata in collaborazione con l’Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM), definisce i requisiti di conoscenze e abilità dello Specialista in Estetica Oncologica il quale opera al servizio di persone sottoposte a terapie oncologiche al fine di migliorarne la qualità della vita.

Lo Specialista in Estetica Oncologica

Lo Specialista in Estetica Oncologica è un professionista che opera secondo i requisiti e i limiti previsti dalla legge n. 1 del 1990, e che potrà effettuare esclusivamente i trattamenti estetici previsti dalla normativa di settore.

Al fine di diffondere questa iniziativa, le associazioni hanno evidenziato la necessità di condividerne i contenuti e le finalità con il Ministero della Salute. Inoltre, hanno colto l’occasione per evidenziare che gli operatori del settore, manifestano da tempo l’esigenza di un contesto normativo aggiornato vato l’accordo tra il Ministero della Salute e le Associazioni per lo Specialista in Estetica Oncologicoche consenta loro di offrire risposte adeguate al proprio mercato di riferimento.

La Presidente di Confartigianato Estetisti, Stefania Baiolini ha dichiarato:

La prassi è stata definita in modo da garantire un’efficace integrazione di competenze, ruoli e responsabilità delle parti coinvolte e in assoluta sintonia con le disposizioni vigenti. Riteniamo pertanto possa rappresentare un importante punto di riferimento per gli operatori del settore e una garanzia fondamentale per i cittadini

L’affermazione è stata condivisa dal Ministero della Salute, che ha accolto la prassi di riferimento e si è reso disponibile alla richiesta delle associazioni di un riconoscimento normativo.

Il Ministero ha istituito un tavolo di lavoro congiunto per affrontare le questioni legate ad una maggiore qualificazione della professionalità di un settore che negli ultimi ha vissuto continue innovazioni.

Infine, è stata accolta la proposta di lavorare ad una campagna di sensibilizzazione sul tema della legalità, riconoscendo che le attività irregolari nei comparti della cura alla persona mettono a repentaglio la salute dei clienti.trovata

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    Informativa Privacy

    Dichiarare di aver preso atto dell'informativa sul trattamento dei dati personali selezionando la casella: "Acconsento al trattamento dei dati personali" This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

    Per inviare la richiesta, clicca su Invia e attendi il box verde di conferma.
    Riceverai inoltre un'email di riepilogo.

    News correlate