Torna all'elenco

Castelfranco Emilia: indennizzi agli esercenti impattati dai cantieri

L’Amministrazione Comunale di Castelfranco Emilia ha pubblicato un bando per il sostegno alle attività commerciali che sono state interessate dal secondo stralcio del cantiere per la messa in sicurezza e la riqualificazione di Corso Martiri, assegnando degli indennizzi a sostegno delle attività che hanno subito un impatto derivante dalla prossimità frontale con i cantieri.

CHI PUÒ PRESENTARE LA DOMANDA

Possono beneficiare del fondo i titolari di attività economiche con accesso e vetrine poste al piano terra e visibili su Corso Martiri, aperte al pubblico, già insediate ed attive nelle aree del Capoluogo interessate dai cantieri alla data di inizio del secondo stralcio dei lavori di riqualificazione (22 maggio 2019) che hanno riguardato corso Martiri, nel tratto compreso tra il Dadà e via Crespellani.
presentare la domanda le gli esercizi di vicinato che svolgano attività di commercio al dettaglio con superficie di vendita fino a 250 mq;  le attività artigianali e di servizio con vendita al pubblico dei propri prodotti tra cui panifici, pizzerie al taglio, rosticcerie, gelaterie e simili;  gli esercizi di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande;  le attività di servizio alla persona tra cui acconciatori, estetisti, lavanderie, calzolai e simili e le agenzie di viaggio.
Non possono presentare la domanda (oltre alle attività che non compaiono nell’elenco di cui al paragrafo precedente) le banche, istituti di credito, attività di intermediazione creditizia e simili;  le attività libero professionali;  le agenzie di intermediazione immobiliare ed agenzie assicurative;  le attività di intrattenimento e spettacolo;  gli ambulatori e strutture sanitarie.
Non possono inoltre presentare la domanda le attività che hanno ricevuto un contributo in seguito alla partecipazione al “Bando per la concessione di indennizzi a sostegno delle imprese commerciali e di artigianato di servizio situate in aree interessate dai cantieri per la realizzazione di opere pubbliche” del 2018.
imprese devono avere sede operativa “frontista” ovvero “interferente” rispetto ai cantieri individuati negli allegati al presente bando; per “frontista – interferente” si definisce l’attività con locali al piano strada avente accesso ovvero vetrine dedicate all’esposizione di merci o promozione dell’attività, localizzate nella strada ove insiste il cantiere che genera disagio.
caso di attività che siano subentrate ad un’attività esistente in data successiva al 22/05/2019, ma comunque entro la data di conclusione dei lavori del cantiere relativo al secondo stralcio, il contributo verrà concesso pro quota in base allo stato di avanzamento del cantiere nel periodo corrispondente alla data di subingresso.
imprese con una sede secondaria/unità locale ubicate nel territorio comunale o su altri Comuni, il contributo verrà ridotto del 50%.

REQUISITI PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

Le imprese partecipanti, a pena di esclusione, devono necessariamente possedere i seguenti requisiti al momento della presentazione della domanda:
● essere ubicate in posizione “frontista – interferente” nell’ambito territoriale individuato (Corso Martiri);
● avere avviato l’attività in data antecedente al 22/05/2019
● essere iscritte al Registro delle Imprese o all’Albo Artigiani delle Camera di commercio ;
● essere in regola col pagamento dei tributi comunali;
● non essere sottoposte a procedure di liquidazione (compresa liquidazione volontaria), in stato di fallimento o di qualsiasi altra situazione equivalente secondo la normativa vigente;
● essere in situazione di regolarità contributiva attestato dal DURC o avere in corso un piano di rientro;
● non aver ricevuto il contributo del “Bando per la concessione di indennizzi a sostegno delle imprese commerciali e di artigianato di servizio situate in aree interessate dai cantieri per la realizzazione di opere pubbliche” nell’anno 2018 e non beneficiare di altri contributi finalizzati all’intervento di cui alla domanda;

SCADENZA PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda dovrà essere redatta sull’apposito modello con marca da bollo da Euro 16,00 ed inviata mediante posta elettronica certificata alla Struttura Unica Attività Produttive (SUAP) dell’Unione Comuni del Sorbara entro e non oltre il giorno 15/02/2020.

INFORMAZIONI E CONTATTI

Sede Lapam di Castelfranco Emilia
Martiri 16
953731

 

Allegati

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    Informativa Privacy

    Dichiarare di aver preso atto dell'informativa sul trattamento dei dati personali selezionando la casella: "Acconsento al trattamento dei dati personali"

    News correlate

    Share This