Torna all'elenco

«Lotta agli abusivi in estetica e fotografia» La piaga si allarga anche in Appennino

2 Novembre 2014

«Lotta agli abusivi in estetica e fotografia»

La piaga dell’abusivismo si allarga anche in Appennino, complice il perdurare della crisi. Tra i vari casi, l’artigianato di servizio è il settore più colpito. «Lapam Confartigianato, come già fatto nel 2013, sta per promuovere una nuova campagna di sensibilizzazione per dire no all’abusivismo nel settore — dice Andrea Bergamini, presidente Lapam della Zona del Frignano —. Estetisti ed acconciatori vogliono lanciare un segnale forte ai consumatori per ricordare che affidarsi a coloro che si improvvisano operatori mette a rischio non solo la bellezza ma soprattutto la salute dei clienti. I rigidi controlli sanitari e le nuove certificazioni sui macchinari a cui sono sottoposti centri estetici e saloni di bellezza sono una garanzia per i clienti. Rivolgersi a chi si improvvisa costituisce un autentico azzardo; a fronte di un eventuale risparmio in termini economici ci si espone al rischio di danni permanenti. A questa categoria storica — prosegue — si aggiunge ora anche quella della fotografia, altra attività altamente professionale che viene però sempre più esercitata come secondo lavoro da hobbisti che, evadendo il fisco, hanno la possibilità di offrire il servizio fotografico a prezzi scontati ma di qualità nettamente inferiore».

Per iniziare a contrastare il fenomeno generale, nei mesi scorsi a Pavullo era stato firmato un primo protocollo d’intesa contro l’abusivismo in alcune professioni e nelle imprese. Con esso le associazioni si impegnano, in accordo con l’Unione dei Comuni, ad attuare una campagna informativa, a istituire presso le sedi un punto di raccolta per le segnalazioni di attività irregolari, ad inviare alla polizia municipale le informazioni raccolte in base a precisi riscontri e a proseguire nell’opera di sensibilizzazione per un’attività rispettosa di leggi e normative.

il Resto del Carlino MODENA dom, 2 nov 2014

Richiesta Informazioni

Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

Sei già associato a Lapam Confartigianato? *

Please wait...

News correlate

Share This