Torna all'elenco

Nel bello si sta bene. Valorizziamo insieme il territorio

5 Agosto 2020

Sensibilizzazione e valorizzare il senso civico da parte di imprese e cittadini, ai fini di incentivare un impegno volontario e costante nella pulizia e cura del decoro urbano, valorizzando l’Appennino modenese e non solo come luogo di villeggiatura connotato dalla cura dei dettagli e di grande bellezza. Questo è il senso del progetto ‘Nel bello si sta bene’ lanciato da Lapam Licom, che ha già ricevuto il benestare e il patrocinio dei comuni di Serramazzoni e Prignano sulla Secchia, e che sta raccogliendo l’adesione di altre amministrazioni in Appennino.

Il progetto

Tramite una cartolina distribuita agli esercizi commerciali del territorio e compilabile on-line grazie ad un sistema di QR code, sarà possibile, da parte di cittadini e imprese, segnalare e suggerire all’amministrazione comunale interventi migliorativi nella propria via o del proprio quartiere, o anche la propria disponibilità a partecipare direttamente e in prima persona al decoro urbano.

Francesco Monduzzi, referente sindacale Lapam del Frignano e ideatore del progetto, spiega: “L’idea nasce da esperienze simili realizzate in diverse parti d’Italia, in Trentino in primis ma anche in Romagna, per la precisione col progetto ‘Il verde ci dona’ del Comune di Cotignola, in Provincia di Ravenna, con il quale abbiamo anche avuto il piacere di confrontarci. Il nostro Appennino è già ben posizionato da un punto di vista del decoro urbano e della pulizia, ma se vogliamo sostenere la domanda turistica e valorizzare l’esperienza di soggiorno possiamo e dobbiamo puntare all’eccellenza. Il miglioramento continuo e l’impegno condiviso sono parte integrante della cultura del nostro territorio, siamo fiduciosi che raccoglieremo molti contributi utili. Dal prendersi cura delle erbacce che crescono all’esterno del proprio muretto alla tinteggiatura, basta poco ed è innegabile che, come dice il progetto nel bello si viva meglio. Da un punto di vista dell’attenzione al decoro e alla bellezza possiamo far diventare i nostri comuni delle piccole ‘Livigno degli Appennini’, un obiettivo ambizioso, ma che possiamo raggiungere con l’aiuto di tutti. Come Lapam – conclude Monduzzi – oltre a lanciare questo progetto abbiamo deciso di dare per primi un contributo, offrendo la disponibilità a effettuare uno o più interventi mirati di concerto con le amministrazioni comunali. Piccoli interventi, che però possono fare la differenza per un visitatore o un turista che passano nei nostri comuni”.

Sul progetto intervengono anche i primi cittadini di Serramazzoni e Prignano sulla Secchia, primi comuni ad aderire: “Ci fa molto piacere di collaborare con Lapam su questo progetto – esordisce Claudio Bartolacelli, Sindaco di Serramazzoni – la collaborazione tra pubblico e privato non può che dare un valore aggiunto allo sforzo di rendere Serramazzoni ancora più bella. Se Comune, imprese e cittadini si muovono all’unisono possiamo raggiungere traguardi di eccellenza”. “La sensibilizzazione per la cura del territorio e l’impegno civico nella tutela del decoro urbano sono molto importanti – ribadisce Mauro Fantini, Sindaco di Prignano – a maggior ragione in un periodo delicato quale quello che stiamo vivendo. Il bene comune passa dalle piccole cose e questo progetto, che Lapam ci ha proposto, va proprio in questa direzione”.

Per partecipare

Oltre alla cartolina è possibile compilare direttamente il modulo di partecipazione cliccando QUI

Per maggiori informazioni 
 

Francesco Monduzzi
Sindacale Lapam Area Frignano
francesco.monduzzi@lapam.eu

Stefano Gelmuzzi
Licom
stefano.gelmuzzi@lapam.eu
893111

Allegati

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    Informativa Privacy

    Dichiarare di aver preso atto dell'informativa sul trattamento dei dati personali selezionando la casella: "Acconsento al trattamento dei dati personali"

    Per inviare la richiesta, clicca su Invia e attendi il box verde di conferma.
    Riceverai inoltre un'email di riepilogo.

    News correlate

    Share This