Torna all'elenco

Provincia di Modena: bando per la promozione turistica locale

La Legge 4/2016 della Regione Emilia-Romagna, relativa all'ordinamento turistico regionale, attribuisce alle Provincia la funzione di approvare, sulla base delle modalità stabilite dalla Giunta regionale, una proposta di Programma turistico di promozione locale (PTPL) di durata annuale e valevole quindi per l’esercizio di riferimento. La Provincia di Modena ha dunque pubblicato la determinazione numero 682 del 03/06/2020 unitamente alla modulistica per la presentazione dei progetti da parte dei soggetti abilitati.

previsti due ambiti di attività, per i quali presentare progetti nei termini previsti:

AMBITO 1 : Servizi turistici di base: interventi di qualificazione dei servizi di informazione e accoglienza al turista e interventi di animazione ed intrattenimento turistico

Soggetti ammessi alla presentazione della domanda
presentare domanda le Unioni di Comuni e i Comuni che gestiscono uffici di informazione e accoglienza turistica (IAT) o uffici di informazione turistica (UIT) aventi le caratteristiche previste dalla Deliberazione di Giunta Regionale n. 956/05, secondo le modalità previste dalle norme vigenti per l’esercizio di attività proprie dell’ente pubblico. La gestione effettuata da tali enti può avvenire tramite forme di aggregazione previste e consentite dalla normativa vigente, anche attraverso loro Società e Organismi operativi. La domanda dovrà indicare le attività e le spese programmate nel 2020 per la qualificazione ed il potenziamento dei servizi, anche a seguito della presentazione di domanda di accreditamento come IAT o UIT secondo gli standard previsti dalla Deliberazione di Giunta Regionale n. 956/05.

Elementi di riferimento per la progettazione delle attività
fini della progettazione delle attività, il quadro di riferimento programmatico è costituito principalmente dalle Linee guida regionali relative ad “Interventi per la valorizzazione e la promocommercializzazione turistica” previste dall'art. 5 della L.R. n. 4/2016.
rientrare nel progetto le spese relative ad azioni di valorizzazione delle professionalità turistiche e le iniziative di coinvolgimento della cittadinanza in attività formative atte a favorire lo sviluppo di forme innovative di accoglienza turistica, quali i progetti di “IAT diffuso”.

AMBITO 2 : Promozione turistica locale: rientrano in questo ambito i progetti di promozione dell'immagine, delle peculiarità e della qualità dei prodotti turistici locali nel territorio di riferimento.

Soggetti ammessi alla presentazione della domanda
presentare domanda le Unioni di Comuni e i Comuni, singolarmente ovvero in aggregazione volontaria e/o nelle forme di aggregazione previste e consentite dalla normativa vigente, anche attraverso loro Società e Organismi operativi, nonché, ai sensi del comma 2 . art. 6 della L.R. 06/03/07 n. 2:

   – Società d’Area,
   – Pro Loco,
   – Gruppi di Azione Locale (GAL),
   – Strade dei Vini e dei Sapori
   – Associazioni del volontariato iscritte all’albo regionale.

La domanda dovrà contenere la descrizione di obiettivi, strumenti per perseguire gli obiettivi e azioni nelle quali si articola il progetto, nonché le modalità per il riscontro dei risultati, così come previsto dallo schema di domanda.

Elementi di riferimento per la progettazione delle attività
fini della progettazione delle attività, il quadro di riferimento programmatico è costituito principalmente dalle Linee guida regionali relative ad “Interventi per la valorizzazione e la promocommercializzazione turistica” previste dall'art. 5 della L.R. n. 4/2016.
progetti di promozione turistica di interesse locale devono inoltre fare riferimento alle seguenti linee strategiche:

   a) l'integrazione con le azioni di promozione turistica di livello regionale e/o sovra regionale;
   b) la qualificazione dell'offerta turistica in un assetto organico di sistema territoriale;
   c) la sinergia con altre attività di promozione e di commercializzazione turistica;
   d) lo sviluppo di attività innovative di carattere promozionale, volte a rilanciare e rafforzare l’immagine del territorio attraverso le specificità e le eccellenze.
   e) il concorso al rafforzamento dell'identità territoriale dell'area vasta della destinazione turistica Modena-Bologna.

Assegnazione dei contributi
domande presentate sui diversi ambiti verranno valutate da un nucleo di valutazione che assegnerà un punteggio da 0 a 100 in base ai criteri di valutazione stabiliti dal bando, e comporranno il PTPL i progetti ai quali sono attribuiti almeno 60 punti su 100 totali. L'assegnazione dei contributi avverrà in percentuale variabile secondo la collocazione del progetto nella griglia di valutazione di cui sopra e fino al concorso dell'ammontare complessivo delle risorse assegnate con atto regionale.

La misura percentuale sarà stabilita con atto della Provincia di Modena, in considerazione delle risorse regionali assegnate al PTPL per l'anno di riferimento .
bando specifica inoltre che :

– le iniziative di promozione turistica locale e di valorizzazione turistica locale di per sé collegate a territori limitati, anche quando attuate da soggetti terzi rispetto alla pubblica amministrazione, sono da ascriversi nel novero delle modalità con cui la Provincia attraverso procedura di evidenza pubblica persegue le finalità normativamente previste di promozione turistica locale previste dalla L.R. n. 4/2016;
– le iniziative soggette a contributo non possono tassativamente comprendere azioni di commercializzazione e dunque non sussistono elementi lesivi della concorrenza tra imprese

Scadenza dei termini di presentazione e tempistiche di realizzazione
domande dovranno pervenire, a pena di esclusione, entro le ore 12:00 del 03 Luglio 2020, fatte salve eventuali proroghe disposte dalla Regione Emilia-Romagna.
rendicontazione dei progetti dovrà invece essere inviata entro e non oltre il termine del 31 gennaio 2022.

Informazioni

Per maggiori informazioni è possibile consultare direttamente il sito della Provincia di Modena 
contattare il Centro di Assistenza Tecnica CAT Feasa mediante i seguenti recapiti: Stefano Gelmuzzi – 059 893111 – stefano.gelmuzzi@lapam.eu

Allegati

Per maggiori informazioni

Per cogliere questa opportunità, o richiedere maggiori informazioni, è sufficiente compilare questo modulo e sarete ricontattati.

Sei associato? *

Please wait...

News correlate

Share This