Torna all'elenco

Tax Credit Digitalizzazione strutture ricettive turistico-alberghiere

Il Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo ha previsto anche per il 2016 il riconoscimento alle imprese di un credito di imposta del 30% dei costi sostenuti per investimenti nella digitalizzazione delle strutture alberghiere e ricettive.

Potranno essere dedotte: spese per l’acquisto di siti e portali web e la loro ottimizzazione, per i sistemi di comunicazione mobile, programmi per automatizzare i servizi di prenotazione e vendita on line di servizi e pernottamenti, servizi di comunicazione e marketing digitale, di spazi pubblicitari su piattaforme web specializzate, di progettazione, realizzazione e promozione digitale di proposte di offerta innovativa in tema di inclusione e di ospitalità per persone con disabilità e di impianti wi-fi.

Le istanze per l’anno 2016, relativamente ai costi sostenuti nel  2015, devono essere presentate in forma telematica, insieme all’attestazione di effettività delle spese sostenute, tramite il Portale dei Procedimenti, nei seguenti termini:

– Registrazione -dalle ore 10:00 dell’8 Febbraio 2016 fino alle ore 16:00 del 22 Febbraio 2016;
– Compilazione dell’istanza – fino alle ore 16:00 del 22 Febbraio 2016
– Click day – dalle ore 10:00 del 23 Febbraio 2016 alle ore 16:00 del 26 Febbraio 2016

Soggetti ammissibili

Le imprese del settore turismo interessate dal credito d’imposta per la digitalizzazione introdotto dal Decreto cultura e turismo sono, come definito dal D.M. 12.02.2015, quelle che svolgono attività rientranti nella Divisione 55 (Alloggio) della classificazione ATECO 2007. Si tratta di:

– esercizi ricettivi singoli:

1) struttura alberghiera aperta al pubblico, composta da non meno di 7 camere per il pernottamento degli ospiti, a gestione unitaria e con servizi, che fornisce alloggio, eventualmente vitto ed altri servizi accessori, in camere situate in uno o più edifici: alberghi, villaggi-albergo, residenze turistico-alberghiere, alberghi diffusi, condhotel, marina resort di cui agli articoli 31 e 32 del D.L. 12 settembre 2014, n. 133, nonché le strutture individuate dalle specifiche normative regionali;

2) struttura extra-alberghiera: affittacamere, ostelli per la gioventù, case e appartamenti per vacanze, residence, case per ferie, bed and breakfast; rifugi montani, nonché le strutture individuate come tali dalle specifiche normative regionali;

–  esercizi ricettivi aggregati con servizi extra-ricettivi o ancillari:

1) aggregazione, nella forma di consorzio, delle reti d’impresa, delle A.T.I. e organismi o enti similari, di esercizio ricettivo singolo con soggetti che forniscano servizi accessori alla ricettività, quali ristorazione, trasporto, prenotazione, promozione, commercializzazione, accoglienza turistica e attività analoghe. In questo caso il destinatario dell’agevolazione fiscale è l’esercizio ricettivo singolo componente l’aggregazione;

– agenzie di viaggi e tour operator specializzati nel turismo “incoming”
rnappartenenti rispettivamente alla divisione 79.11.00 e 79.12.00 della classificazione ATECO 2007. Tali imprese possono chiedere il riconoscimento del credito d’imposta solo qualora, applicando lo studio di settore approvato con decreto del Ministro dell’economia e delle finanze 28 dicembre 2012 e successive modificazioni, risultino appartenere, per l’anno finanziario di cui chiedono il credito d’imposta, al cluster 10 Agenzie intermediarie specializzate in turismo incoming, o al cluster 11 Agenzie specializzate in turismo incoming, di cui all’allegato 15 annesso al predetto Decreto. A tali imprese è riservato non più del 10% degli stanziamenti annui disponibili.

Interventi ammissibili

Le spese ammissibili, già sostenute nel solo anno 2015, sono le seguenti:

– acquisto e installazione di modem/router e/o dotazione hardware per la ricezione del servizio mobile (antenne terrestri, parabole, ripetitori di segnale) per impianti wi-fi messi a disposizione dei clienti in qualità di servizio gratuito e dotati di velocità di connessione pari ad almeno 1 Megabit/s in download ;
– acquisto di software e applicazioni per siti web ottimizzati per il sistema mobile;
– acquisto software e/o hardware (server, hard disk) per programmi e sistemi informatici per la vendita diretta di servizi e pernottamenti, in grado di garantire gli standard di interoperabilità necessari all’integrazione con siti di promozione pubblici e privati e di favorire l’integrazione tra servizi ricettivi ed extra-ricettivi ;
– contratto di fornitura spazi web e pubblicità on line per spazi e pubblicità per la promozione e commercializzazione di servizi e pernottamenti turistici sui siti e piattaforme informatiche specializzate, anche gestite da tour operator e agenzie di viaggio;
– contratto di fornitura di prestazioni e di servizi per spese relative a servizi di consulenza per la comunicazione e il marketing digitale;
– contratto di fornitura di prestazioni e di servizi e/o acquisto di software per strumenti per la promozione digitale di proposte e offerte innovative in tema di inclusione e di ospitalità per persone con disabilità;
– contratto di fornitura di prestazioni e servizi (docenze e tutoraggio) per servizi relativi alla formazione del titolare o del personale dipendente.

Per maggiori informazioni contattare Secofin – secofin@lapam.eu

Per maggiori informazioni

Per cogliere questa opportunità, o richiedere maggiori informazioni, è sufficiente compilare questo modulo e sarete ricontattati.

Sei associato? *

Please wait...

News correlate

Share This