• Cosa stabilisce l'Ordinanza della Regione Emilia Romagna del 3 luglio
    Regione Emilia Romagna

     Nella giornata di venerdì 3 luglio Regione Emilia Romagna ha emanato una nuova ordinanza (in allegato ndr.) in vigore da sabato 4 luglio.
    Ecco in sintesi cosa dispone: 

    - Spostamenti in auto
    È consentito l'utilizzo di automobili e altri mezzi di locomozione tra persone non conviventi, nei limiti della presenza di due persone per la fila di sedili anteriore e per ciascuna delle file posteriori, con obbligo per tutti i passeggeri di indossare la mascherina.

    - Vacanze di gruppo
    Sono consentite le attività di soggiorno di vacanza, servizi residenziali in strutture che ospitano una o più comunità di ragazzi tra i 3 e i 17 anni, nonché i soggiorni in campeggio e quelli che utilizzano strutture fisse ricettive idonee ad offrire ospitalità, pernottamento e soggiorno temporaneo a gruppi (cosiddetto soggiorno in accantonamento). Queste attività possono svolgersi, previa comunicazione da parte del gestore al Comune e all’Ausl dei progetti organizzativi, nel rispetto degli standard, dei rapporti numerici tra personale accompagnatore e bambini/adolescenti. Al personale e ai volontari coinvolti è richiesta una formazione (fornita in collaborazione con il servizio regionale competente) in merito alle norme igienico sanitarie, sui temi della prevenzione di Covid-19, nonché per gli aspetti di utilizzo dei dispositivi di protezione individuale.

    - Quotidiani e periodici
    È consentita a far data dal 4 luglio 2020, negli esercizi commerciali, di ristorazione e di servizi nonché nei circoli ricreativi la messa a disposizione di quotidiani e periodici a favore dell'utenza per l’uso comune, possibilmente in più copie e previa igienizzazione delle mani; copie da rimuovere ogni giorno per i quotidiani e ogni settimana o mese per i periodici;

    - Carte da gioco
    Negli esercizi commerciali, e nei circoli ricreativi, sono consentite le attività ludiche che usano materiali di cui non sia possibile garantire una puntuale e accurata sanificazione, come ad esempio le carte da gioco. Visto il potenziale rischio di trasmissione del virus, attraverso lo scambio degli oggetti, queste attività sono consentite purché siano rispettate alcune indicazioni: obbligo di utilizzo di mascherina; igienizzazione frequente delle mani e della superficie di gioco; rispetto della distanza di sicurezza di almeno un metro sia tra giocatori dello stesso tavolo sia tra tavoli adiacenti.

    - Saune
    Riaprono le saune in qualsiasi struttura, con caldo e secco e temperatura regolata in modo da essere sempre compresa tra gli 80° ed i 90°. Oltre al rispetto delle misure previste nel protocollo per strutture termali e centri benessere, dovrà essere previsto un accesso alla sauna ad un numero di persone proporzionato alla superficie, assicurando il distanziamento interpersonale di almeno un metro; la sauna dovrà essere sottoposta a ricambio d’aria naturale prima di ogni turno evitando il ricircolo dell’aria; la sauna deve essere soggetta a pulizia e disinfezione prima di ogni turno.

    - Fiere, congressi ed eventi in quartieri fieristici
    Sono state adottate, in vista della riapertura dei quartieri fieristici il 15 luglio prossimo, le linee guida e le indicazioni operative, omogenee sul territorio regionale. Misure che seguono la logica della precauzione e attuano le prescrizioni del legislatore e le indicazioni delle autorità sanitarie tenendo conto della specificità rappresentata dall’organizzazione dei quartieri fieristici quali la fruizione e la permanenza nei locali della clientela e i momenti di contatto tra gli addetti al servizio e la clientela stessa, oltreché gli aspetti connessi alla somministrazione di alimenti e bevande, alla gestione dei servizi igienici, dei parcheggi. Le regole dovranno essere adottate da ogni singolo organizzatore fieristico e da ogni singola impresa fornitrice di beni e servizi o espositrice o visitatrice, individuando procedure e misure più efficaci in relazione alle caratteristiche specifiche di ogni struttura, comprese le attività di comunicazione e informazione per responsabilizzare clienti e lavoratori sull’adozione di comportamenti corretti che limitino la probabilità di contagio. 


Notizie correlate


  • “Ripartire dopo Covid-19? Solo se lo sviluppo diventa sostenibile”
    “Ripartire dopo Covid-19? Solo se lo sviluppo diventa sostenibile”
    Secondo Enrico Giovannini servono regole per promuovere scelte responsabili in campo ambientale e sociale. La nostra intervista   Notizia Completa
  • Rientri dall'estero: quando sono obbligatori quarantena e tampone
    Rientri dall'estero: quando sono obbligatori quarantena e tampone
    Sempre, se si proviene da paesi extra Schengen e da due Paesi dell'Unione Europea che non aderiscono al patto, Bulgaria e Romania   Notizia Completa
  • Cosa stabilisce l'Ordinanza della Regione Emilia Romagna del 4 agosto
    Cosa stabilisce l'Ordinanza della Regione Emilia Romagna del 4 agosto
    Che tra le altre cose aumenta le risorse dei Comuni per la gestione dei rifiuti e toglie l'obbligo dei guanti per i clienti di acconciatori ed estetiste  Notizia Completa