Torna all'elenco

SIAE, quale abbonamento scegliere e come rinnovarlo

14 Gennaio 2022

La nostra Confederazione ha rinnovato anche per il 2022 la Convenzione con SIAE Società Italiana degli Autori ed Editori, con cui le imprese associate a Lapam Confartigianato che utilizzano nei propri locali, cioè dove si svolge l’attività, aperti al pubblico e non, apparati di riproduzione di musica e video tutelati dal diritto d’autore, hanno diritto a riduzioni percentuali applicate ai compensi SIAE pari al 25% per la “Musica d’ambiente” (15% per gli apparecchi installati nelle strutture alberghiere e 40% per gli automezzi pubblici), e del 10% per i “Trattenimenti musicali senza ballo”.

Gli importi degli abbonamenti 2022 non sono aumentati e sono, quindi, gli stessi dello scorso anno. Ricapitoliamo qui sotto alcune informazioni utili.

Cosa si intende per “musica d’ambiente”

Per musica d’ambiente si intende la diffusione della musica nei laboratori artigiani e negli “esercizi commerciali” (locali nei quali vengono effettuate vendite di merci e servizi), nei pubblici esercizi (bar e ristoranti, per i quali è prevista una tabella apposita), nelle sale d’attesa e negli ambienti di lavoro, anche non aperti al pubblico, delle imprese, con radio, televisori, filodiffusione, riproduttori di dischi, cd, nastri, PC/Internet ed altro. 

In questo caso la tariffa SIAE consiste in abbonamenti annuali o periodici, con compensi che tengono conto del tipo e del numero di apparecchi utilizzati e della tipologia del locale in cui viene diffusa la musica (ad esempio locale di impresa aperto al pubblico, ampiezza del locale, numero altoparlanti, etc…).

Nel caso di installazione di apparecchi di tipo diverso, dovranno essere corrisposti tanti abbonamenti quanti sono i tipi di apparecchio, con l’eccezione dell’utilizzazione contemporanea di televisore e videolettore, il cui compenso in abbonamento sarà calcolato sulla base dell’importo più elevato. Per ogni altoparlante e/o monitor aggiuntivi è previsto un importo aggiuntivo del 10% del compenso relativo all’apparecchio utilizzato.

Il vantaggio della convenzione Lapam Confartigianato

Le riduzioni previste dalla convenzione in favore degli associati si applicano anche sui compensi previsti per gli abbonamenti per le attese telefoniche su telefonia fissa in musica sui centralini. La riduzione del 25% si applica sull’intero importo dovuto, a prescindere dal numero degli apparecchi utilizzati. Inoltre, per gli apparecchi installati su automezzi pubblici la riduzione prevista è del 40%.

Cosa si intende per “trattenimenti musicali senza ballo”

Per questa categoria di “pubblica esecuzione”, attraverso la Convenzione per le imprese associate Confartigianato è prevista una riduzione del 10% gli importi degli abbonamenti SIAE. Il servizio si riferisce a pubblici esercizi e locali aperti al pubblico che effettuano abitualmente intrattenimenti e nei quali la musica è un elemento accessorio indispensabile per l’attività principale dell’esercizio.

Cosa si intende per “musica d’ambiente in strutture alberghiere”

Si intuisce, si intende la diffusione della musica di sottofondo in strutture ricettive come alberghi, residence e case albergo. In questo caso le imprese associate a Lapam Confartigianato possono usufruire di riduzioni percentuali pari al 15% sui compensi in abbonamento per l’anno 2022. 

Come effettuare l’abbonamento

Per stipulare l’abbonamento per la musica d’ambiente nel proprio locale o per ottenere il “permesso Spettacoli e intrattenimenti”, e per versare il relativo importo, l’impresa interessata così come l’organizzatore di spettacoli o intrattenimenti, possono rivolgersi alla struttura SIAE competente per il territorio.

Come si rinnova l’abbonamento

È possibile rinnovare l’abbonamento attraverso il sito internet della SIAE inserendo, tra la documentazione, la copia della tessera associativa o documentazione equipollente (come ad esempio una lettera su carta intestata Lapam che provi la situazione associativa ndr.). La stessa procedura è valida per chi vuole rinnovare l’abbonamento presso le filiali SIAE. 

Diritto d’autore in Italia

Il diritto d’autore in Italia è tutelato dalla legge 22 aprile 1941, n.633 e che le opere dell’ingegno sono protette dalla legge fino al termine di 70 anni dopo la morte dell’ultimo dei coautori.

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    Informativa Privacy

    Dichiarare di aver preso atto dell'informativa sul trattamento dei dati personali selezionando la casella: "Acconsento al trattamento dei dati personali"
    This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

    Per inviare la richiesta, clicca su Invia e attendi il box verde di conferma.
    Riceverai inoltre un'email di riepilogo.

    News correlate