Torna all'elenco

«Pedonalizzazione e rilancio del centro Fondamentale passare subito ai fatti»

23 Settembre 2014

il Resto del Carlino MODENA mar, 23 set 2014

di LUCA SOLIANI
le promesse e l’apertura al dialogo, ma ora è fondamentale concretizzare con urgenza le idee per dare un futuro prospero alla città. Con queste parole ‘Rete Imprese Modena’ incalza il sindaco Muzzarelli sulle irrisolte questioni ereditate dall’amministrazione Pighi. E battezza le priorità: piazza Roma, pedonalizzazione, permessi Ztl, rilancio del centro storico. In una lettera recapita nelle scorse ore in Municipio, la richiesta di un incontro per stabilire modi e tempi. Decisiva per il destino del cuore della città è la riqualificazione di piazza Roma. Ed è proprio da qui che Silvia Manicardi, presidente Lapam-Licom e attuale portavoce di Rete, inizia: «Il primo cittadino ha garantito in più occasioni che insieme si sarebbe parlato di come completare l’intervento, a partire dai posteggi recuperati. Purtroppo ad oggi non ne sappiamo nulla».
’intervento è esteticamente bello, ma «nei giorni feriali lo spazio è deserto. I commercianti denunciano un calo del fatturato addirittura superiore al 30% e non conosciamo le intenzioni di Muzzarelli. Siamo molto preoccupati. È necessario un esame ampio della situazione, basta interventi a spot». La parola d’ordine è fare in fretta: «I tempi dell’economia sono velocissimi mentre quelli dell’amministrazione comunale, che si riflettono sulle attività, sono biblici. Entro fine mese vogliamo avere una data certa di incontro».
della richiesta — oltre al sindaco — sono gli assessori Tommaso Rotella, Ingrid Caporioni e Gabriele Giacobazzi. «Desideriamo capire da loro — sottolinea Fulgenzio Brevini (Confesercenti) — se esiste un progetto di rilancio complessivo del centro storico all’altezza di una città che nel 2015 deve misurarsi con l’Expo. Non possiamo rimanere in una situazione di standy perenne». Via Farini, via Sant’Eufemia, via Carteria, via Scarpa: sono solo alcune delle strade per le quali gli esercenti invocano a gran voce la pedonalizzazione. «Siamo favorevoli, ma devono essere all’interno di una visione generale», specifica Nicola Fabbri (Cna). Non servono provvedimenti «per singoli 20 metri d’asfalto, ma devono essere all’interno di un ragionamento più ampio di progetto di città. Ci aspettiamo di essere coinvolti: noi siamo disponibili a ragionare e fare insieme».
«ABBIAMO la necessità di conoscere le intenzioni dell’amministrazione — aggiunge Mauro Salvatori (presidente Confesercenti) — sui progetti in cantiere. E questo a partire dall’identità delle piazze: abbiamo già formulato proposte e vorremmo risposte chiare e precise. Così come le attendiamo sulla promozione del centro storico nel suo insieme».
«Dopo la fase di rodaggio della giunta abbiamo bisogno di riannodare il filo del dialogo per capire quale vocazione si vuole dare a Piazza Roma, come viene valorizzata la presenza dell’Accademia, dove vengono ricavati i novanta posti auto promessi», rimarca Alberto Crepaldi (Confcommercio). Morena Manfredini, direttore area Cna Modena, chiede quale è «la visione complessiva del centro storico. Quali funzioni riportiamo? Quali, quando, dove e come?».E così la pensa anche Pierpaolo Montorsi (Lapam-Federimpresa): «E’ fondamentale passare dai tavoli politici a quelli tecnici. E’ venuto il tempo di concretizzare».

 

Allegati

    Richiesta Informazioni

    Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

    Informativa Privacy

    Dichiarare di aver preso atto dell'informativa sul trattamento dei dati personali selezionando la casella: "Acconsento al trattamento dei dati personali"

    News correlate

    Share This