Torna all'elenco

Cosa stabilisce il Dpcm del 14 gennaio 2021

15 Gennaio 2021

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte e il Ministro della Salute, Roberto Speranza hanno firmato un nuovo Dpcm (in allegato ndr.) volto al contrasto dell’emergenza Covid-19. Il provvedimento sarà in vigore da sabato 16 gennaio a venerdì 5 marzo.

Nello stesso giorno è stato firmato anche il DL che ha prorogato lo stato di emergenza al 30 aprile 2021.

Ecco in sintesi le principali misure contenute nel DPCM:

Dal 1° febbraio l’Emilia Romagna in zona gialla (aggiornamento 29/1/2021)

Dal 1°febbraio la nostra regione torna zona gialla. È quanto stabilito con un’ordinanza dal Ministero della Salute (leggi qui la notizia).

Asporto e consegne a domicilio

Nelle zone arancioni dalle 5:00 alle 22:00 bar e ristoranti potranno fare servizio da asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze.
Secondo il nuovo Dpcm “restano comunque aperti gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande nelle aree di servizio e rifornimento carburante lungo le autostrade, negli ospedali, aeroporti, porti e interporti”

L’eccezione

L’attività di asporto è consentita invece sino alle 18:00 per i soggetti che svolgono come attività prevalente una di quelle identificate dai codici ATECO 56.3 (bar e altri esercizi simili senza cucina) e 47.25 (commercio al dettaglio di bevande in esercizi specializzati).

Palestre e piscine

Restano sospese le attività di palestre, piscine, centri benessere, centri termali, fatta eccezione per l’erogazione delle prestazioni rientranti nei livelli essenziali di assistenza e per le attività terapeutiche e riabilitative.

Sale giochi, bingo e casinò

Restano sospese anche le attività di sale giochi, scommesse, sale bingo e casinò.

Teatri, cinema e discoteche

Sospesi anche teatri, sale da concerto, cinema e discoteche.

Impianti sciistici

Gli impianti sciistici rimarranno chiusi fino al 15 febbraio.

Dal 15 febbraio gli impianti potranno aprire “solo subordinatamente all’adozione di apposite linee guida da parte della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome e validate dal Comitato tecnico scientifico, rivolte a evitare aggregazioni di persone e, in genere, assembramenti”.

Musei e mostre

Restano sospese le mostre, i musei e gli altri istituti e luoghi della cultura […]

Scuole

Il nuovo Dpcm stabilisce che da lunedì 18 gennaio le scuole superiori di secondo grado:

“adottano forme flessibili nell’organizzazione dell’attività didattica… in modo che… almeno al 50% e fino a un massimo del 75% della popolazione studentesca sia garantita l’attività didattica in presenza”. Per le scuole dell’infanzia, per le elementari e le medie, prosegue il testo, la didattica continua a svolgersi “integralmente in presenza”.

Allegati

Richiesta Informazioni

Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

Sei già associato a Lapam Confartigianato? *

Please wait...

News correlate

Share This