Torna all'elenco

Studi di settore 2015: approvati i correttivi anticrisi

11 Aprile 2016

approvati correttivi anticrisi per 204 studi di settore

La Commissione degli esperti degli studi di settore ha approvato i correttivi anticrisi per 204 studi di settore applicabili al periodo d'imposta 2015 (UNICO 2016).
stessa Commissione ha, inoltre, fornito all’unanimità parere positivo sulla novità rappresentata dai correttivi agli indicatori di coerenza.

I correttivi anticrisi sono stati determinati per adattare gli studi di settore alla situazione di crisi economica del 2015 e sono riconducibili a queste cinque categorie:

– correttivi congiunturali di settore
– correttivi congiunturali territoriali
– correttivi congiunturali individuali
– interventi relativi all’analisi di normalità economica
– interventi relativi all’analisi di coerenza economica

L’attività di monitoraggio dell’andamento dei vari settori economici nel 2015 effettuata sul territorio nazionale ha preso in esame le dichiarazioni Iva 2016 e le comunicazioni annuali Iva 2016 presentate entro il mese di febbraio di quest’anno.


Notiziario Fiscale Numero #21

Entrate tributarie in crescita nel 2015 e a gennaio 2016
Ritenuta d'acconto: ok allo scomputo anche senza certificazione
Credito d'imposta per attività di ricerca e sviluppo
Canone RAI in bolletta: entro il 30 aprile l'autocertificazione per evitarlo
Operazioni black list – comunicazioni rinviate a settembre
Bonus mobili "giovani coppie": Circolare delle Entrate
Studi di settore 2015: approvati i correttivi anticrisi
5 per mille 2016: aperta la campagna di iscrizione agli elenchi
Spesometro anno 2015: non vanno trasmessi i dati già inviati al Sistema Tessera Sanitaria
I chiarimenti dell'Agenzia sul regime forfetario
Agevolazioni: detrazione fiscale Iva per immobili classe energetica A-B

Scadenziario – aprile 2016

 

Per maggiori informazioni

Per cogliere questa opportunità, o richiedere maggiori informazioni, è sufficiente compilare questo modulo e sarete ricontattati.

Sei associato? *

Please wait...

News correlate

Share This