Torna all'elenco

Modalità operative per affidamento lavori sottosoglia deliberate dal comune di Modena

Dopo la conversione in legge del Decreto Semplificazioni, il Comune di Modena, anche in risposta alle sollecitazioni di Lapam e di altre associazioni datoriali della filiera delle costruzioni, ha adottato una deliberazione avente ad oggetto gli “Indirizzi operativi agli uffici in materia di appalto di lavori per l’applicazione del D.L n.76/2020” con cui ha recepito le previsioni del Decreto che avranno validità fino al 31 dicembre 2021:

  • affidamento diretto per lavori di importo inferiore a 150.000 euro e per servizi e forniture, ivi compresi i servizi di ingegneria e architettura e l’attività di progettazione, di importo inferiore a 75.000 euro;
  • procedura negoziata, senza bando, nel rispetto di un criterio di rotazione degli inviti, che tenga conto anche di una diversa dislocazione territoriale delle imprese invitate, individuati in base a indagini di mercato o tramite elenchi di operatori economici e, più precisamente:
    • per l’affidamento di servizi e forniture, ivi compresi i servizi di ingegneria e architettura e l’attività di progettazione, di importo pari o superiore a 75.000 euro e fino alle soglie comunitarie e di lavori di importo pari pari o superiore a 150.000 euro e inferiore a 350.000 euro, previa consultazione di almeno 5 operatori economici;
    • per l’affidamento di lavori di importo pari o superiore a 350.000 euro e inferiore a 1 milione di euro, previa consultazione di almeno 10 operatori economici;
    • per l’affidamento di lavori di importo pari o superiore a 1 milione di euro e fino alle soglie comunitarie, previa consultazione di almeno 15 operatori economici;

Nel provvedimento sono indicate le modalità operative con cui gli uffici comunali daranno corso alla selezione degli operatori economici da invitare alle procedure negoziate.

Cosa è stato previsto

  • di tener conto, in considerazione della tipologia dell’appalto e delle particolari esigenze connesse con le prestazioni e i lavori da effettuare, della presenza sul territorio degli operatori economici, comunque nel rispetto del principio della dislocazione territoriale prevista dalla normativa vigente;
  • di suddividere gli affidamenti dei lavori nelle seguenti fasce di valore economico, in modo da applicare la rotazione solo in caso di affidamenti rientranti nella stessa fascia:
    • importo da 150.000 e inferiore a 350.000
    • importo da 350.000 e inferiore a 1 milione di €
    • importo da 1 milione e inferiore ai 3 milioni di €
    • importo dai 3 milioni di € alla soglia comunitaria (5.350.000 € per il 2020);
  • di ricorrere, per lo svolgimento delle procedure di gara, al Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA) di Consip, oppure alla piattaforma telematica SATER di Intercent-ER, con la possibilità, da parte del RUP, di selezionare gli operatori economici da invitare tra quelli iscritti sul MePA Consip o in altri elenchi disponibili in ambito provinciale o regionale;
  • di determinare in 3 il numero massimo di inviti da rivolgere in un anno al medesimo operatore economico, nell’ambito della stessa fascia di valore economico, facendo riferimento alla categoria prevalente dei lavori;
  • di procedere prima degli inviti alla verifica dell’affidabilità degli operatori economici;
  • di invitare negli affidamenti diretti (art. 1 comma 2 lettera a) del D.L. 76/2020 c.c.) preferibilmente micro, piccole e medie imprese, conformemente allo spirito della norma;
  • di provvedere fino al 31 dicembre 2021 alla stipula dei contratti anche mediante corrispondenza secondo l’uso del commercio, consistente in uno scambio di lettere tramite posta elettronica certificata, per gli affidamenti di importo non superiore a 150.000 €.

L’associazione sta lavorando affinché altre amministrazioni adottino provvedimenti analoghi e che nel rilancio degli investimenti, per il sottosoglia, si possano valorizzare in particolare le aziende del territorio.

I requisiti fondamentali

Requisiti fondamentali restano l’abilitazione al MePA di Consip e la registrazione al SATER, piattaforma regionale del soggetto aggregatore Intercent-ER, usato da tempo da parte di molti Enti per lo svolgimento delle gare in versione telematica, ovvero l’iscrizione agli Elenchi di operatori economici presenti sul territorio (ad esempio quello della Provincia di Modena).

Per informazioni: mepa@lapam.eu

Richiesta Informazioni

Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

Sei già associato a Lapam Confartigianato? *

Please wait...

News correlate

Share This