Torna all'elenco

Sanzioni light per ritoccare la dichiarazione «infedele»

10 Dicembre 2015

L’appuntamento per i “ritardari delle dichiarazioni” resta fermo al 29 dicembre, giorno in cui tradizionalmente scadono i 90 giorni per fruire della sanzione declassata e oltre la quale la dichiarazione si considera irrimediabilmente omessa. Quest’anno, però, sulla gestione delle “tardive” impattano almeno tre fattori da non trascurare:

– l’effetto connesso alla regolarizzazione del quadro RW del 2014 di chi, fruendo del prolungamento dei termini per l’emersione, si è avvalso delle disposizioni in tema di voluntary disclosure;
– le nuove regole che dal 2015 governano il ravvedimento operoso;
– l’impatto della riforma del sistema sanzionatorio amministrativo varato con il Dlgs 158/2015 che, in base all’attuale contenuto del Ddl di Stabilità 2016, entrerà in vigore il 1° gennaio prossimo.


Notiziario Numero #17 – a cura dell'ufficio Fiscale di Lapam Confartigianatio Imprese

Rimborsi chilometrici agli associati deducibili in misura ridotta
Sanzioni light per ritoccare la dichiarazione «infedele»
IVA Risoluzione 98/E: i medici convenzionati SSN esonerati dalla fatturazione elettronica
IRES / IRPEF / IRAP Hong Kong fuori dalla Black List
IRES / IRPEF / IRAP Novità sulle sanzioni per le violazioni in materia di certificazione unica
IRES / IRPEF / IRAP Perdite su crediti con più certezze
IRES / IRPEF / IRAP Assegnazione dei beni d'impresa: ecco quando conviene
Seconda rata a saldo TASI e IMU entro i l 16.12
Esenzione TASI per l’abitazione principale: Ddl di Stabilità 2016 
Comunicazione telematica per i medici entro il 31 gennaio 2016
Ddl di Stabilità 2016: bonus mobili a due vie
Zone Franche Urbane: dal 21 dicembre la richiesta di agevolazione per la ZFU Emilia

Scadenziario "Fiscale" – Dicembre 2015

 

Richiesta Informazioni

Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto

Sei già associato a Lapam Confartigianato? *

Please wait...

News correlate

Share This