Torna all'elenco

Scadenziario “Fiscale” – Gennaio 2016

12 Gennaio 2016

Venerdì 15 gennaio

Fatturazione differita

Ultimo giorno utile per l’emissione delle fatture differite relative alle cessioni di beni, comprovate da documenti di trasporto, spediti o consegnati nel mese precedente. Ultimo termine anche per effettuare la relativa annotazione nel registro delle vendite con riferimento al mese di consegna o spedizione

Imposte dirette: modello 730

I sostituti d’imposta che intendono prestare assistenza fiscale ai propri dipendenti o pensionati devono, entro la data odierna, comunicare loro, tale volontà.

Lunedì 16 gennaio

Ravvedimento operoso imposte, ritenute non versate – imu/tasi

Ultimo giorno utile per la regolarizzazione dei versamenti di imposte e ritenute non effettuati (o effettuati in misura insufficiente) entro il 16 dicembre 2015.

La possibilità di regolarizzazione interessa anche i contribuenti che entro lo scorso 16 dicembre abbiano omesso, in tutto o in parte, il pagamento del saldo IMU – TASI 2015, il ravvedimento comporta la maggiorazione degli interessi legali e della sanzione ridotta al 3%.

Eredi di persone decedute successivamente al 16.2.2015 che presentano l'unico 2015 per conto del defunto

Versamento del saldo 2014 di IRPEF e IRAP dovuti in base alla dichiarazione dei redditi Unico-2015 dal soggetto deceduto con maggiorazione dello 0,4%.

Iva: annotazioni e versamenti mensili

I contribuenti IVA “mensili” devono liquidare il tributo per il mese di dicembre ed effettuare il relativo versamento al netto dell'acconto versato,utilizzando il modello F24.

Codice Tributo – 6012

N.B. I soggetti con volume d'affari, riferito all’anno solare precedente, non superiore a:

– 400.000 euro, se esercenti attività di prestazioni di servizio ovvero arti e professioni;
–  700.000 euro, se esercenti altre attività, a seguito di specifica opzione, possono continuare ad effettuare le liquidazioni e i versamenti "trimestrali", maggiorando l'importo da versare dell’1%;

I contribuenti "mensili" che si avvalgono di terzi (associazioni, studi professionali, ecc.) per la tenuta della contabilità, tramite opzione, possono effettuare la liquidazione ed il versamento relativo al mese di dicembre, sulla base delle registrazioni del mese di novembre.

Ritenute su redditi di lavoro autonomo

Versamento delle ritenute operate nel mese di dicembre, relative a redditi di lavoro autonomo – Codice tributo – 1040

IRPEF – altre ritenute alla fonte

Versamento delle ritenute operate nel mese di dicembre relative a:

1) rapporti di mediazione e rappresentanza di commercio → codice tributo-1038;
) contratti di associazione in partecipazione con apporto di solo lavoro → codice tributo-1040;
) contratti di associazione in partecipazione con apporto di capitale o misto → codice tributo- 1030;
) versamento delle ritenute operate a dicembre dai condomini :

– codice tributo-1019 a titolo di IRPEF
– 
codice tributo-1020 a titolo di IRES.

Mercoledì 20 gennaio

Soggetti aderenti al regime speciale del MOSS (Mini One Stop Shop)

Scade il termine per il versamento dell'IVA relativa al 4° trimestre 2015 per le operazioni di telecomunicazione, teleradiodiffusione e servizi resi tramite mezzi elettronici effettuate nei confronti di soggetti non passivi UE.

Lunedì 25 gennaio

Iva intracomunitaria: presentazione degli elenchi riepilogativi mensili

Gli operatori intracomunitari con obbligo di presentazione mensile degli elenchi INTRASTAT devono presentare in via telematica gli elenchi riepilogativi relativi alle operazioni intracomunitarie delle cessioni di beni – servizi resi e degli acquisti di beni – servizi ricevuti, registrati o soggetti a registrazione, effettuati nel mese di dicembre.

Iva intracomunitaria: presentazione degli elenchi riepilogativi trimestrali

Gli operatori intracomunitari con obbligo di presentazione trimestrale degli elenchi INTRASTAT devono presentare in via telematica gli elenchi riepilogativi relativi alle operazioni intracomunitarie delle cessioni di beni – servizi resi e degli acquisti di beni – servizi ricevuti, registrati o soggetti a registrazione, effettuati nel quarto trimestre 2015.

Mercoledì 27 gennaio

Acconto Iva 2015: ravvedimento

Entro oggi è possibile regolarizzare il mancato o insufficiente versamento dell'acconto IVA, dovuto per l'anno 2015.
violazione è regolarizzata, se entro oggi, viene eseguito il versamento dell'IVA dovuta, della sanzione ridotta pari al 3%, nonché degli interessi del 1% annuo per i giorni di ritardo.

Codice tributo – 6013 Versamento acconto IVA mensile
Codice tributo – 6035 Versamento acconto Iva
Codice Tributo – 8904 sanzione pecuniaria Iva
Codice Tributo – 1991 interessi sul ravvedimento – IVA

Domenica 31 gennaio

Gli adempimenti fiscali che risultano scadenti di sabato o di giorno festivo, sono considerati tempestivi se posti in essere il primo giorno lavorativo successivo.

Iva Acquisti da S. Marino

Invio telematico della comunicazione degli acquisti senza IVA da operatori economici aventi sede a San Marino, annotati a dicembre.
tal fine va utilizzato il quadro SE del modello di "comunicazione polivalente".

Adempimenti di fine mese

 

Annotazione fatture intracomunitarie

Le fatture per acquisti intracomunitari devono essere annotate nel registro acquisti e in quello delle vendite entro il mese di ricevimento, oppure successivamente e comunque entro 15 giorni dal ricevimento e con riferimento allo stesso mese.

IVA – Invio Dichiarazioni d'intento

A seguito dell'art. 20 del D.Lgs. "Semplificazioni" dal 1° gennaio 2015 la comunicazione telematica delle dichiarazioni d’intento sarà effettuata direttamente dall'esportatore abituale.

Quest’ultimo, una volta ottenuta la ricevuta di presentazione, dovrà consegnare al proprio fornitore ovvero in dogana, la dichiarazione d’intento unitamente alla ricevuta di presentazione.

In capo al cedente/prestatore (fornitore) è previsto:

– l’obbligo di riscontrare in via telematica l'avvenuta presentazione della dichiarazione d'intento da parte dell'esportatore abituale;
– riepilogare nella dichiarazione IVA annuale i dati delle dichiarazioni d’intento ricevute.

Al cedente/prestatore, che effettuerà cessioni/prestazioni prima di aver ricevuto da parte del cessionario/committente la dichiarazione d’intento con la relativa ricevuta di invio telematico all’Agenzia delle Entrate, sarà applicabile la sanzione amministrativa prevista per le operazioni “in mancanza della dichiarazione d’intento”, ovvero dal 100% al 200% dell’imposta.

 

Notiziario Fiscale Numero #18 – a cura dell'ufficio Fiscale di Lapam Confartigianatio Imprese

Rinvio aumento aliquote Iva
Novità IMU
Novità TASI
Novità IVIE
Utilizzo del contante e pagamenti elettronici
Blocco aumenti tributi / addizionali 2016
Detrazione Iva acquisto unità immobiliare residenziale
Esenzione IRAP agricoltura
Proroga detrazioni per recupero edilizio e risparmio energetico
Bonus mobili ed elettrodomestici giovani coppie
Leasing agevolato prima casa
Maxi ammortamenti
Regime forfetario
Assegnazione agevolata beni d'impresa
Estromissione immobile imprenditore individuale
Note di variazione ai fini Iva
Nuova rateazione cartelle
Riscossione canone RAI
Detassazione premi di produttività

Scadenziario "fiscale" – gennaio 2016

 

Per maggiori informazioni

Per cogliere questa opportunità, o richiedere maggiori informazioni, è sufficiente compilare questo modulo e sarete ricontattati.

Sei associato? *

Please wait...

News correlate

Share This